BOUCHRA incontra i fan in due showcase esclusivi a Roma e Milano

Mimmo Cavallaro
MIMMO CAVALLARO in concerto il 10 maggio all’Auditorium di Roma
6 Maggio 2017
Amici
AMICI di Maria De Filippi: le anticipazioni della settima puntata
6 Maggio 2017

BOUCHRA incontra i fan in due showcase esclusivi a Roma e Milano

Bouchra

Dopo averla conosciuta e intervistata a gennaio di quest’anno, siamo lieti di tornare a parlarvi di Bouchra; la giovanissima cantante, marocchina di nascita e livornese d’adozione, sta vivendo un periodo molto positivo per la sua carriera artistica.Bouchra

Proprio in questi ultimi giorni ha avuto l’occasione di incontrare i suoi fan più fedeli in due showcase esclusivi, uno alla Discoteca Laziale di Roma e l’altro, in cui Fourzine era presente, alla Mondadori di Piazza Duomo a Milano. I due eventi si sono aperti con una breve esibizione live (i due singoli “Yallah” e “Blanc ou Noir” più un percorso tematico di cover: Tracy Chapman, Shawn Mendes, Major Lazer) e si sono poi conclusi con il momento “autografi/foto-ricordo”.

Bouchra, come suo solito, ha sorriso dal primo all’ultimo secondo dell’evento, dimostrandosi umile e disponibile con tutti. Anche se può sembrare cosa da poco, una “ragazza della porta accanto”, nell’era dei rapper incazzati e dei dj senza volto, prima ancora di parlare o cantare riesce già a farsi benvolere creando un non-scontato clima di positività.

Ogni artista, qualsiasi sia la sua specialità, desidera ardentemente salire su palcoscenico (piccolo o grande che sia, non cambia la sostanza) per potersi mettere in gioco e godere dello scambio empatico con il pubblico, respirandone la stessa aria. L’esibizione dal vivo non lascia spazio a trucchi: non ci sono effetti digitali, tagli, post-produzione…può risultare più “sporca”, ma anche più genuina. Le telecamere, poi, permettono sì di allargare la visione ad un pubblico più vasto, ma agiscono comunque da filtro per la trasmissione delle emozioni, delle vibrazioni dell’anima. Bouchra, diventata popolare attraverso il web e i social, non fa eccezione: dopo essersi distinta all’inaugurazione della piattaforma Mediaset Blasteem, il successo dei singoli su Youtube e la conduzione di un programma su Real Time, nel tempo ha maturato il desiderio di mettersi alla prova con dei veri live show. Questi due showcase le hanno permesso, per la prima volta, di avere un contatto diretto con i propri fan, di trovarsi faccia a faccia con loro, di raccogliere feedback sul lavoro svolto, di cantare per loro e farsi un selfie insieme. Tutto questo senza la minima vergogna nell’ammettere di sentirsi emozionata, di mostrarsi vulnerabile (come è giusto che sia).

I fan di Milano si sono mostrati attenti e coinvolti; tra questi, spiccava una ragazza con il velo seduta in prima fila. Anche se la musica di Bouchra è pop di stampo internazionale, il suo essere marocchina in terra italiana è comunque un fattore da tenere in considerazione. Definirla “icona di integrazione” suona decisamente un po’ eccessivo, ma è pur vero che persone come o il rapper Mudimbi, prima di essere promettenti artisti con un discreto seguito, sono dei giovani, per di più intelligenti, che come molti altri figli di emigrati sintetizzano etnie e culture diverse. Il fatto di non discostarsi dal personaggio artistico che interpretano (non a caso non utilizzano dei nomi d’arte) gli conferisce credibilità e autorevolezza. Perciò, se loro per primi lo desiderano, potranno unire capacità musicali e contenuti sociali per diventare dei potenziali rappresentanti di questa crescente comunità africana di seconda generazione.

Comments on Facebook
Leonardo Parisi
Leonardo Parisi
Nato a Sesto San Giovanni, acido come più non si può. Appassionato di cinema e sushi (ma non mischiati insieme), suono il basso elettrico e cado spesso vittima della "regola dell'amico" di Pezzali.

Comments are closed.