#4Soundtrack: Spiderman 3 dopo 10 anni dall’uscita torna nelle sale italiane

Nek
NEK, parte domani da Bologna “Unici in Tour”, 13 concerti nei teatri
28 Aprile 2017
J-Ax e Fedez
J-AX & FEDEZ, doppio disco di platino per “Comunisti col Rolex”. Il 6 maggio appuntamento all’Arena di Verona
2 Maggio 2017

#4Soundtrack: Spiderman 3 dopo 10 anni dall’uscita torna nelle sale italiane

Spiderman

10 anni esatti: il 1° maggio 2007 esce in Italia il terzo e ultimo capitolo della saga cinematografica di Spiderman con protagonista Tobey Maguire. I tre film, tutti diretti da Sam Raimi, hanno incassato in totale due miliardi e mezzo di dollari, decretando un enorme successo internazionale di pubblico e critica.

Per chi non lo ha visto, ecco una breve sinossi del film: Peter Parker alias Spiderman ha trovato la serenità con l’amata Mary-Jane Watson (interpretata da Kirsten Dunst), ma ovviamente la pace non è destinata a durare a causa dei numerosi nemici da sconfiggere: l’ex-amico fraterno Harry Osborn/ Goblin (James Franco), l’invidioso Eddie Brock Jr/ Venom (Topher Grace), e il fuggitivo responsabile della morte dello zio di Peter, Flint Marko/ Sandman (Thomas Haden Church).

L’ipotesi di realizzare un quarto capitolo viene sostituita dalla volontà da parte della Columbia Pictures di realizzare una nuova trilogia in modalità reboot (un “riavvio” alternativo dello stesso soggetto). “The Amazing Spider-Man”, il nuovo primo episodio, esce nel 2012 e vede Andrew Garfield nel ruolo che fu di Tobey Maguire. Rispetto alla saga di Raimi questo film risulta più scanzonato e logorroico, e anche per questo apprezzabile quasi esclusivamente da un target pre-adolescenziale. Nel frattempo, è stato programmato per il 5 ottobre 2018 uno spin-off sul personaggio di Venom.

A differenza del reboot, “Spiderman 3” risulta un film completo, trasversale e curato (anche grazie ad un budget di 250 milioni di dollari). Ci si può trovare l’amore, l’amicizia, i combattimenti, la gelosia, la famiglia, l’umorismo, gli effetti speciali, la caratterizzazione dei personaggi,…e, naturalmente, la musica. Canzoni, orchestrazioni, citazioni…forse, e purtroppo, nel marasma generale la musica passa un po’ in secondo piano, ma è anche vero che una buona colonna sonora deve accompagnare le immagini senza diventare elemento di distrazione.

Il compositore arruolato per i primi due film è una nostra vecchia conoscenza, Danny Elfman; purtroppo, durante la lavorazione di “Spiderman 2”, Elfman e Sam Raimi litigano e la loro collaborazione artistica si interrompe. Per il terzo capitolo viene contattato Christopher Young, ma Elfman risulta comunque accreditato essendo il compositore dei temi originali. Oltre alla parte sinfonica, la colonna sonora comprende una compilation di canzoni pop-rock, pubblicata come album con il titolo “Music from and inspired by Spider-Man 3”, e che contiene anche la cover di Frank Sinatra “It’s Wonderful” cantata da Kirsten Dunst. Il singolo di lancio della compilation è “Signal Fire” degli Snow Patrol, un brano che, con il pretesto dell’anniversario, meriterebbe di essere rispolverato.

Sono ben due, però, i brani che costituiscono delle gravi mancanze in “Music from and inspired by Spider-Man 3”, attraverso cui colgo l’occasione per spiegare rapidamente il concetto di “diegetico” nel contesto della musica da film. Il primo brano è un esempio di musica extra-diegetica, cioè che non fa parte della scena, ma viene sentita solo dagli spettatori: “People Get Up and Drive Your Funky Soul”, di James Brown, che accompagna la scena in cui Peter Parker si atteggia in mezzo al marciapiede. Il secondo, all’opposto, è un esempio di musica diegetica, cioè che è parte integrante della storia narrata: si tratta del brano interpretato da Mary Jane/ Kirsten Dunst nella scena che chiude il film, il bellissimo standard jazz “I’m Through with Love”.

Comments on Facebook
Leonardo Parisi
Leonardo Parisi
Nato a Sesto San Giovanni, acido come più non si può. Appassionato di cinema e sushi (ma non mischiati insieme), suono il basso elettrico e cado spesso vittima della "regola dell'amico" di Pezzali.

Comments are closed.