JARABE DE PALO, doppio album e autobiografia: “Non ho paura né della morte né della vita”

Luis Fonsi
LUIS FONSI: in attesa di vederlo nuovamente in Italia (ai WIND MUSIC AWARDS) festeggia il miliardo di views
27 Aprile 2017
Gorillaz
GORILLAZ: esce oggi il nuovo album HUMANZ ed è subito al n.1 di iTunes
28 Aprile 2017

JARABE DE PALO, doppio album e autobiografia: “Non ho paura né della morte né della vita”

Jarabe De Palo

Jarabe de Palo è di quelle band che si identifica totalmente con il proprio frontman, Pau Donès Cirera. Pau, ad ottobre 2016, ha spento le sue prime 50 candeline, ma è stato lui a fare il regalo ai suoi fan: sono stati infatti rilasciati un doppio album, il 17 marzo, e un libro autobiografico, pubblicato il 24 aprile dalla DeAgostini. Sia l’album che il libro sono stati intitolati “50 Palos”, poiché, nella visione del loro autore, fanno parte del medesimo progetto di celebrazione di una sola persona attraverso la musica. Insomma, Pau Donès se la canta e se la suona, e in questo caso anche in senso letterale. Album e libro condividono anche la foto di copertina, scelta per immortalare il momento della “ripartenza” dopo la pausa forzata in seguito alla malattia: nell’estate del 2015, infatti, a Pau fu diagnosticato un cancro al colon. La band quell’anno fu costretta a cancellare oltre 35 concerti già programmati.

La band spagnola festeggia inoltre 20 anni di attività professionistica in ambito musicale, iniziata nel 1996 con l’album “La flaca” e l’omonima hit che li ha resi famosi anche qui in Italia.

Il nuovo “50 Palos” contiene i pezzi più celebri della band reinterpretati in una nuova veste, più essenziale, intimista, con pianoforte e archi in evidenza e pochi altri strumenti quasi esclusivamente acustici. Numerosi sono gli “ospiti” italiani presenti, tutti amici personali di Pau: Kekko Silvestre (nel primo singolo “Fumo”, canzone dedicata alla vita), Francesco Renga, Noemi, Jovanotti.

“Palo”, in spagnolo, significa sia “albero” che “bastonata”. In questa doppia possibile lettura, dunque, i 50 “palos” da una parte potrebbero essere tradotti come “bastoni”, paletti, e in senso lato pietre miliari, 50 step già percorsi e superati della vita umana; dall’altra, come “bastonate”, quelle che la vita ti dà, 50 segni sulla pelle o 50 tacche sulla parete della cella. Sia la visione ottimistica che quella un po’ più pessimistica della traduzione si prestano bene alle esperienze di vita di Pau, che nell’autobiografia racconta dell’amore, della morte della madre, della nascita della figlia, e naturalmente della musica.

È già iniziato il “50 Palos Tour”; Pau sul palco porta con sé soltanto un pianista, una violoncellista e un contrabbassista, mentre il resto della resa sonora e dello spettacolo è affidato esclusivamente alla sua interpretazione. Partito l’1 aprile da Phoenix, Arizona, il tour a momenti si mischierà con il “20 Anos Tour”, dove sul palco ci sarà la band elettrica al completo, e nel corso dei mesi toccherà Spagna, USA, Italia, Messico e quasi tutte le nazioni del Sudamerica, con la possibilità che continui anche l’anno successivo. Per il 2017, avremo modo di vedere i Jarabe de Palo in queste quattro tappe:

14 luglio Napoli – Arena Flegrea

20 luglio Roma – Auditorium Parco della Musica (Cavea)

29 luglio Bellinzona – Svizzera

15 settembre S. Vito Lo Capo

Comments on Facebook
Leonardo Parisi
Leonardo Parisi
Nato a Sesto San Giovanni, acido come più non si può. Appassionato di cinema e sushi (ma non mischiati insieme), suono il basso elettrico e cado spesso vittima della "regola dell'amico" di Pezzali.

Comments are closed.