#4International. RAG’N’BONE MAN giovedì al Fabrique di Milano

Samuele Bersani
SAMUELE BERSANI: nuove date a “La Fortuna che Abbiamo Tour”
27 Marzo 2017
Niccolò Fabi
NICCOLO’ FABI è disco d’oro per “Una somma di piccole cose”
28 Marzo 2017

#4International. RAG’N’BONE MAN giovedì al Fabrique di Milano

rag'n'bone man

a cura di Cristel Malavenda

Skin è il secondo singolo estratto dall’album “Human” di Rory Graham, in arte Rag’n’Bone Man. È una ballad dalla grande carica emotiva, un dialogo interiore che ci fa fare i conti con la solitudine che si prova nel perdere qualcosa di importante.

Il video, uscito la scorsa settimana, inizia con la voce ruvida dell’artista che a cappella canta: “Quando ho sentito quel suono Quando i muri crollarono Io pensavo a te A te Quando la mia pelle invecchierà Quando il mio respiro diventerà freddo penserò a te A te” e subito viene costruita la metafora del viaggio introspettivo. Un bambino che nella solitudine è alla ricerca disperata di qualcosa, di qualcuno. Costretto a contare solo su se stesso, non si lascia abbattere dalle difficoltà che incontra durante il proprio percorso, ed infine viene premiato: c’è la rivincita, il riscatto, poiché trova un luogo da poter chiamare casa e persone con cui poter condividere la propria esistenza.

E sulla pelle resta questa canzone, come tutti i grandi dolori, come tutte le esperienze forti della vita che ci portiamo addosso per sempre. Sulla pelle come le cicatrici e i tatuaggi che il cantante indossa, tanti, diversi, ma uniti da un unico filo conduttore che è la sua storia.

Le qualità canore di questo artista, riescono a penetrare nelle viscere l’anima di chi lo ascolta, grazie al calore della sua voce che si intuisce subito avere una forte impronta Soul. Ciò che non tutti sanno è che Rag’n’Bone nasce circa dieci anni fa come rapper, facendosi spazio prima tra l’underground e in seguito aprendo concerti di artisti importanti come KRS-One. Ma Rory è semplicemente molto di più, ed inizia a sperimentare con la propria voce fino a trovare la sua vera identità musicale.

Oggi lo troviamo straordinariamente talentuoso e versatile. Le vibrazioni delle sue corde abbracciano più colori e ballano tra i generi che lui più ama. Soul, Funk, Jazz, Hip Hop. Non lo si può rinchiudere in un genere preciso: è arte che vola, vola alto come il suo talento. Per questo stiamo aspettando con ansia la data di Milano, che per ben due volte ha subito un cambio di location: dal Magnolia ai Magazzini Generali e dai Magazzini Generali al Fabrique, a causa dell’elevatissima richiesta di biglietti.

Rag’n’Bone Man, resta l’ennesima conferma che il mercato musicale britannico negli ultimi anni sta producendo solo artisti di grande qualità ed originalità come Adele, Florence and The Machine, Sam Smith, James Bay, Jassie Ware, Jack Garratt ecc.. Il suo album di debutto “Human”, pubblicato il 10 Febbraio ha venduto milioni di copie, ed il primo singolo, che da il nome a tutto l’album, è ai vertici delle classifiche radio e digitali.

 

Date dei concerti in Italia

30 Marzo – Milano Fabrique

16 Giugno -Verona Teatro Romano

19 Giugno – Ancona Mole Vanvitelliana

20 Giugno – Roma Ex Dogana

11 Luglio – Lucca Summer Festival

Comments on Facebook
Manuel Malavenda
Manuel Malavenda
A furia di raccontare le sue storie, un uomo diventa quelle storie. Ecco perché scrivo da sempre: per confondermi con le parole, immaginare cose che non si possono vedere e raccontare cose che si possono solo sentire. Come la musica. Ho una pagina Facebook dove parlo della bellezza, perché è di questo che dovremmo riempire le nostre vite: di bellezza.

Comments are closed.