Dopo la partecipazione a Sanremo Giovani, Francesco Guasti presenta Universo il suo primo album

Fabrizio Moro
FABRIZIO MORO: il 10 marzo esce il nuovo album di inediti “PACE”. Al via da Roma il 10 marzo l’instore tour!
22 febbraio 2017
HIDDEN SINGER ITALIA parte stasera su Nove e celebra 6 grandi star della musica italiana
23 febbraio 2017

Dopo la partecipazione a Sanremo Giovani, Francesco Guasti presenta Universo il suo primo album

È uscito il 10 Febbraio Universo, il primo disco di Francesco Guasti, artista già abbastanza noto al grande pubblico per aver partecipato al talent show The Voice nella squadra di Piero Pelù.  L’esperienza televisiva ha dato il via alla carriera del toscano, portandolo alle selezioni delle Nuove proposte di Sanremo nel 2016 e sul palco dell’Ariston nel 2017 con Universo, la title track del disco. Il pezzo, una ballad che cerca di addentrarsi nell’animo umano e descriverne sogni e contraddizioni,   gioca su un’enfasi crescente nell’arrangiamento, risultando molto emozionante. L’atmosfera è più leggera in brani come Abbracciamoci, dal sound molto estivo ed elettropop, a tratti vicino alla dance, che riappare più esplicitamente in Senza età. Gli influssi del mondo elettronico che si affacciano qui e là in alcuni momenti, tuttavia, non rappresentano il fulcro di Universo, che in fin dei conti sembra dare più spazio ad un mondo intimo, fatto principalmente di canzoni riflessive ed interpretate con grande intensità, che giocano sulla forza emotiva sprigionata dalla voce di Guasti.

Esempi di questa tendenza sono momenti del disco come Cercami adesso, che fa un ottimo uso della sezione ritmica o Il gioco è semplice, ballad molto classica e coinvolgente, che dopo un falso finale sfocia in un ultimo ritornello esplosivo. Uno degli episodi più gradevoli è senza dubbio la versione alternativa di Universo, nella quale Guasti regala un’interpretazione più intensa e “reale” del singolo su un tappeto musicale meno ricco dell’altra versione. L’argomento trattato sono fondamentalmente la speranza, i tentativi di farcela che non sempre vanno a buon fine e la forza di rialzarsi per perseverare, per continuare a credere nei propri sogni. Queste tematiche tornano spesso nel lavoro e, secondo le parole dell’artista, ne sono anche colonna portante: “Non c’è più speranza, ci dicono, siete vecchi per sognare, ripetono altri. Per i trentenni di oggi non è facile trovare lavoro, non è semplice trovare spazio in questa società, nonostante tutto non si deve mollare. Io non l’ho fatto ed è la mia esperienza che metto a nudo. E con la musica, canto speranze.”  

Universo è probabilmente una raccolta di brani prodotti nel corso di diverso tempo, quello che è stato necessario a Francesco Guasti per trovare finalmente il modo giusto di riproporsi al grande pubblico. Ciò a cui ha dato vita è un lavoro interpretato con grande dedizione che sembra essere “sudato” e verace, un disco da ascoltare tutto d’un fiato soprattuto per godere della sua voce graffiante del toscano.

Antonio Galota 

Comments on Facebook

Comments are closed.