COMUNQUE SIA ANDATA… È STATO UN SUCCESSO INTERVISTA AI LA RUA A POCHE ORE DALL’ESCLUSIONE DA #SANREMO

FESTIVAL DI SANREMO 2017: ZIBBA IN GARA COME AUTORE PER RAIGE con GIULIA LUZI E MARCO MASINI
13 Dicembre 2016
AREA SANREMO: i due giovani artisti che parteciperanno a Sanremo Giovani 2017 sono VALERIA FARINACCI e BRASCHI
14 Dicembre 2016

COMUNQUE SIA ANDATA… È STATO UN SUCCESSO INTERVISTA AI LA RUA A POCHE ORE DALL’ESCLUSIONE DA #SANREMO

LARua - ph Sanremo conf.stampa 11.12Il 12 dicembre 2016 ha decretato una volta per tutte quali saranno le 8 nuove proposte e i 22 big in gara alla prossima edizione del Festival della Canzone Italiana. “Sarà Sanremo” ha visto, però, 6 unici vincitori morali: i membri della band La Rua con l’energico brano “Tutta la vita questa vita”. La loro esclusione dal Festival ha sollevato il clamore da parte di pubblico e stampa, oltre all’evidente delusione del direttore artistico della kermesse Carlo Conti che in diretta ha dichiarato apertamente la sua intenzione di fare il possibile per cercare di renderli ancora protagonisti del Festival, magari usando il loro brano come sigla di Sanremo 2017. Siamo riusciti a scambiare due parole a caldo con Daniele Incicco, frontman dei La Rua, a meno di un giorno di distanza dal contestato verdetto. Ci si sarebbe potuta aspettare delusione e amarezza da parte del leader della band, invece, ci ha piacevolmente sorpresi la sua umiltà e ostinata voglia di continuare il percorso avviato, superando il dispiacere di ieri e considerandolo piuttosto un punto da cui ripartire. Ecco cosa ci ha raccontato.

Daniele, arriviamo subito al dunque: vorrei sapere qualcosa in più sui dietro le quinte di ieri sera. Carlo Conti ha speso parole promettenti nei vostri confronti, vi ha cercati? Avete parlato della proposta che ha intenzione di farvi?

Sì, Carlo Conti mi ha stretto la mano anche durante la pubblicità e mi ha detto “faremo di tutto”. Ci ha lasciati con questa promessa e adesso siamo curiosi di capire che cosa ci aspetta. Siamo felici per questo gesto che ha fatto Carlo e per questa sua presa di posizione che ci rende molto orgogliosi.

Quindi tutto ancora da definire?

Sì, assolutamente.

Maria De Filippi è stata per la vostra carriera una persona decisiva. Siete riusciti a sentirla ieri sera o oggi?

Sfortunatamente non ho il numero di Maria, quindi, non sono riuscito a sentirla. Almeno per il momento non ce ne è stata la possibilità. Maria ci ha dato veramente tanto, tutto quello che è avvenuto ieri sera in parte è anche merito suo perché il pubblico ci ha conosciuti grazie a lei che ci ha portati nella sua trasmissione.

Non siete nuovi a Sanremo, avete partecipato anche alle selezioni del 2012 e del 2013. Così, a caldo, credi che ci riproverete?

laruaIn realtà siamo stati a Sanremo anche nel 2011. Ritentare? Guarda non so, perché per ora siamo iperfocalizzati sugli eventi live che stiamo facendo. Immagina che la nostra ragione di vita è unicamente fare concerti. Anche sul palco di ieri abbiamo portato il nostro concerto e la gente ci ha accolto per quello. Quindi adesso non saprei risponderti se ritenteremo Sanremo, è ancora troppo prematuro. Stiamo sicuramente lavorando ai due eventi che faremo tra Roma e Milano il 25 e 26 gennaio e stiamo cercando di portare un live talmente tanto esplosivo che riesca a convincere il pubblico prima di tutto. Poi vedremo successivamente cosa capiterà.

Quindi è questo quello che possiamo aspettarci dai vostri prossimi progetti?

Sì, i nostri obiettivi sono: creare delle canzoni che possano rappresentarci con dei messaggi forti e allo stesso tempo fare un live che possa avere un’energia unica, che poi sono i due obiettivi che da sempre ci trainano.

Le impressioni sull’esito di ieri?

Ti dico la verità: siamo molto felici anche perché non ci aspettavamo un appoggio tale da parte del pubblico, da parte dei giornalisti e tantomeno che Carlo Conti dicesse quelle parole. Quindi siamo dispiaciuti ma siamo comunque contenti per quello che ci stanno dicendo e per come ci hanno appoggiato le persone.

Chi sosterrete tra le nuove proposte in gara a Sanremo?

Preferisco non esprimermi perché io avrei sostenuto i La Rua (ride ndr)! Non so, mi sentirei di fare un torto agli altri rispondendoti, è sempre molto difficile giudicare i progetti e dire quello che piace più e quello che piace meno.

Però ci sarà un vostro preferito…

Sì, era il nostro brano “Tutta la vita questa vita” quindi, sì: avremmo preferito i La Rua!

Cosa avete fatto ieri sera dopo la diretta e stamattina appena svegli?

Ieri ho cercato di rispondere a quasi tutti i messaggi possibili. Sono tornato subito in albergo e mi sono attaccato al telefono cercando di rispondere a tutte le persone che avevano speso parole per noi. Non sono riuscito a rispondere a tutti perché erano davvero tantissime persone. Quindi ho fatto semplicemente quello che sempre cerco di fare: ringraziare la gente perché tutto ciò che ci accade è merito loro. Il brano è su Spotify e iTunes quindi ora è il pubblico sovrano che decreterà se funziona o meno.

Daniele, tutto sommato quindi: “tutta la vita questa vita”?

Assolutamente sì quando si può vivere di musica! Lo affermeremo sino a quando faremo l’ultimo concerto: “tutta la vita questa vita”!.

I La Rua porteranno in concerto la loro energia dirompente il 25 gennaio 2017 al Quirenetta (Roma) e il 26 gennaio 2017 alla Salumeria della Musica (Milano).

Per seguire la band e non perdere alcun aggiornamento sulle prossime date e progetti:

www.laruaband.it

www.facebook.com/laruaband

 

 

Comments on Facebook

Comments are closed.