ELISA live al Palalottomatica di Roma. Emma Marrone e Giuliano Sangiorgi con lei sul palco.

MARILYN MANSON al POSTEPAY SOUND ROCK IN ROMA IL 25 LUGLIO 2017
21 Novembre 2016
“COMUNISTI COL ROLEX” è il titolo dell’album di J-AX & FEDEZ, in uscita il 20 gennaio 2017.
21 Novembre 2016

ELISA live al Palalottomatica di Roma. Emma Marrone e Giuliano Sangiorgi con lei sul palco.

Elisa_locandina tourQuasi vent’anni e non sentirli. Come la musica di Elisa, straordinaria cantautrice all’apice della propria carriera e del proprio percorso artistico, che ha strabiliato la platea romana del Palalottomatica con un evento live ripetuto in due distinte serate (19 e 20 novembre) vissute ripercorrendo l’intero percorso musicale che l’ha vista protagonista, dagli esordi con “Labyrinth” fino all’ultimo album “On”, uscito quest’anno e già disco d’oro.

Abbiamo avuto la fortuna di esserci sabato sera, e le sorprese non sono mancate. Elisa sul palco è pienamente a suo agio, una vera e propria padrona di casa: corre, gioca col pubblico, scende tra i suoi fan per toccare con mano l’affetto del proprio pubblico. Una forza della natura. La prima parte del concerto vede protagonista le canzoni del nuovo album: “Bad Abits”, “No Hero”, “Ready Now” e “Bruciare per Te”, sciorinate una dietro l’altra mentre un’energia contagiosa pervade tutto pervade tutto il palazzetto. Poi, la prima delle tante sorprese che caratterizzeranno la serata: lo splendido duetto con Emma Marrone e Giuliano Sangiorgi, graditissimi ospiti che hanno accompagnato la ‘padrona di casa’ sulle note di “Sorrido Già”, che li vede collaborare anche nella traccia del disco. E da qui in poi il concerto diventa una vera e propria bolgia.

Elisa_00757_foto di Carolina AmorettiI fan sono in fibrillazione, e vengono ben ripagati dall’artista di Trieste che snocciola una dietro l’altra tutte le hit della propria carriera, partendo dalla oramai lontana “Labyrinth”, passando per “Eppure Sentire (Un senso di te)”, “Luce (Tramonti a Nord-Est)”, “Heaven out of Hell”, “Broken” arrivando fino alle più recenti “L’anima vola” e “A modo tuo”. Il palazzetto si riempie di poesia e intimismo durante le interpretazioni di “Almeno tu nell’universo” e di “Halleluja” (splendido omaggio al compianto Leonard Cohen), prima del gran finale con “Gli Ostacoli del cuore” “Together” e “Cure me”, in un oceano di luci e colori. Sarà anche diventata mainstream, ma la qualità musicale di Elisa non è assolutamente in discussione: un tripudio di gente estasiata dal suo sound, dalle sue parole e dal suo modo di cantarle. Fuori dal palazzetto una pioggia battente, ma non importa, la seratà è perfetta anche così.

Crediti foto: Carolina Amoretti

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.