Il debutto di Simone Delfanti con “Ha un senso”

Phil Grandini “gioca d’azzardo” nel suo nuovo singolo
18 Luglio 2016
“Danceaholic” di Benny Benassi domina la chart di iTunes USA!
19 Luglio 2016

Il debutto di Simone Delfanti con “Ha un senso”

Dal 15 luglio è in radio il singolo di debutto di Simone Delfanti “Ha un senso”, pubblicato da Universal Music Italia.

DelfantiSimone, 22 anni, nasce in Liguria e passa la sua infanzia a Catagnola, un paesino di 50 abitanti circa. Il suo amore per la musica nasce grazie al padre che sin da piccolo lo avvicina al mondo cantautorale italiano (De Gregori, Battiato, Dalla), facendolo ballare insieme a lui prima di andare a letto e scegliendo un genere musicale diverso ogni sera.   Simone durante l’infanzia scrive racconti, fumetti e le prime canzoni. A 10 anni si appassiona ai gruppi stranieri del momento tra cui Blink 182, Red Hot Chili PeppersGreen Day, tanto da sentire l’esigenza di fondare una band propria: nascono così “I Tristi”.  Simone è la voce del gruppo e suona la chitarra elettrica. La musica diviene sempre di più il suo maggiore interesse: si avvicina all’elettronica e alla composizione di brani attraverso l’uso di software di editing musicale. Ad oggi Simone ha un repertorio di circa duecento pezzi, i suoi testi parlano di gioie e dolori e la musica rappresenta per lui il mezzo perfetto per canalizzare i sentimenti trasformandoli in energia positiva. Dentro di sé porta il gusto antico del cantautorato della sua terra, la Liguria, continuamente influenzato da un gusto più contemporaneo e internazionale.

Ho scritto questa canzone per una ragazza di nome Ludovica pochi giorni dopo averla conosciuta.
Il pezzo è nato automaticamente ed in modo sinergico dopo il nostro primo incontro.
“Ha un senso” racconta ciò che si prova quando si incontra una persona interessante,
non sto parlando dell’Amore, ma di quel benessere che ti accompagna fino a casa la sera e ti fa  addormentare con il sorriso.
Se l’amore è una suggestione personale che varia da persona a persona, questa sensazione invece penso sia uguale per tutti, la conosciamo tutti bene.
E anche se sembra assurdo potrebbe avere un senso  – 
Simone Delfanti

A cura di Michelangelo Paolino.

Comments on Facebook

Comments are closed.