Clementino infiamma il Market Sound coi suoi ospiti

Alvaro Soler stasera al Coca-Cola Summer Festival: annunciata l’uscita del nuovo disco
24 Giugno 2016
Syria torna con “Islanda” e un nuovo disco a Settembre
27 Giugno 2016

Venerdì 24 Giugno il Market Sound, rassegna musicale milanese ormai giunta alla sua seconda edizione, ha ospitato una delle tappe dell’Ultimo Round Tour del rapper napoletano Clementino aka Iena White, accompagnato per l’occasione da ospiti d’eccezione come Noyz Narcos, Ensi, Rocco Hunt e Salmo.

Sono ormai circa dieci anni che il rap è entrato stabilmente nelle classifiche musicali italiane senza volerne più uscire, grazie a un pubblico sempre crescente di fedelissimi che ha legittimato l’ascesa dell’hip hop nell’industria musicale nostrana.

clementino16Stasera abbiamo avuto l’ennesima prova di quanto questa musica sia sentita dai ragazzi che la seguono, innamorati del suo modo schietto ed originale di parlare della loro quotidianità.

Lo show di Clementino comincia e l’atmosfera è decisamente distesa, nonostante il tasso di umidità amazzonico. Il rapper e il suo pubblico sembrano una grande famiglia, al punto che, tra una canzone e l’altra, Iena White si ferma a scherzare coi ragazzi in prima fila, coi quali si scambia bicchieri di birra e cartine lunghe.

Tutte le canzoni più famose del rapper partenopeo vengono portate sul palco milanese e, complici dei visual tutti nuovi e le strumentali di DJ Tayone, il risultato è di tutto rispetto.

‘O Vient, canzone che ha permesso a Clementino di vincere nel 2013 il Music Summer Festival (oggi conosciuto come Coca Cola Summer Festival) e che oggi conta più di 15 milioni di views su Youtube, è uno dei suoi cavalli di battaglia sguinzagliato a metà show.

Notevole il momento in cui il rapper propone Don Raffaè dell’indimenticato Fabrizio De Andrè, già presentata nella serata cover dell’ultima edizione del Festival di Sanremo dove Clementino si è classificato settimo. Molto apprezzata dalla critica in quell’occasione, anche stavolta la scelta è stata largamente applaudita.

ClementeL’ultima parte dello show è invece un trionfo della napoletanità. Prima con Luna, remake di Kalimba de Luna di Tony Esposito (1984), poi col toccante tributo a Pino Daniele, scomparso un anno e mezzo fa. Troisi, Totò e Pino Daniele sono i grandi artisti napoletani per cui Clementino chiede l’ovazione del suo pubblico.

Quando sono lontano, canzone partecipante a Sanremo l’anno scorso, è invece stipata per il gran finale. La platea esplode e il rapper dedica il brano a tutti i ragazzi presenti che sono costretti a vivere lontano dalla propria terra.

Il messaggio finale lanciato dall’artista parla di unione, laddove spesso accade, specialmente nella scena rap italiana, che si tenti di osteggiare quella cerchia di artisti emersi sulla scena mainstream.

Articolo di Michelangelo Paolino.

Comments on Facebook

Comments are closed.