Un tormentone per questa estate? Ce lo offre la #4Emergente di oggi: Catecatù

JUST MUSIC FESTIVAL – I Public Enemy Faranno suonare la capitale
8 Giugno 2016
Zero Assoluto: Matteo e Thomas questa sera sul palco di “RadioItaliaLive – Il Concerto”
9 Giugno 2016

Un tormentone per questa estate? Ce lo offre la #4Emergente di oggi: Catecatù

 

4EmergentiCatecatùEstate alle porte: voglia di leggerezza e spensieratezza? Allora, la #4Emergente di oggi sarà il vostro cocktail super rinfrescante – con tanto di ombrellino – per i mesi a venire. Oggi parliamo di Catecatù, cantautrice di Ascoli Piceno, scelta da MTV Generation come artista del mese a novembre 2015.

Il suo singolo d’esordio, “Fragole”, ha tutti i connotati per assurgere nell’Olimpo delle colonne sonore dell’estate: arrangiamento e ritornello orecchiabili, un testo che ti entra in testa subito ma che inizi a sentirti addosso solo dopo averlo “indossato” più e più volte. Eppure, ironia della sorte, questo brano frizzante, specchio della personalità della sua cantautrice, ha scelto l’inverno per presentarsi al grande pubblico. Noi di #4Emergenti lo abbiamo rispolverato dal grigiore novembrino per proporvelo questo giugno che, a nostro modesto avviso, sembra più adatto a dargli il benvenuto. Ma torniamo alla sua autrice: Catecatù, l’emergente scelta dalla nostra rubrica per questa settimana. Un nome d’arte buffo e che sprizza simpatia che, come confessato dalla stessa artista ascolana, è l’eredità che si porta dietro dai tempi del liceo quando ironicamente i suoi compagni di scuola le avevano affibbiato questo soprannome per via delle sue capacità da problem solving. Una voce che vagamente sembra ricordare quella di Meg ma – mi permetto di aggiungere – anche più intensa, un look e taglio di capelli che strizza l’occhio alla Consoli “confusa e felice” del ’97, buone doti interpretative – pregevole la sua versione di “Get Up, Stand Up” del compianto Bob Marley – e una naturale inclinazione come autrice di testi e musicista. Catecatù ha iniziato ad avvicinarsi ai tasti bianchi e neri strimpellando le prime note su una tastiera giocattolo di suo fratello, poi il gioco è iniziato a farsi serio e ha iniziato a prendere lezioni di pianoforte e canto. Il suo singolo d’esordio “Fragole” è un inno alle cose semplici della vita, un’infinita eco rivolta al proprio io fanciullino, a quel sé bambino che ancora abita in noi e per cui – come canta Catecatù – “era facile scegliere un fiore, un paio d’ali da seguire e andare”. Le fragole sono proprio il simbolo di questo ritorno ideale ai colori della spensieratezza e ai tempi in cui non servivano parole ma solo il guizzo della fantasia per meravigliarsi e affrontare il mondo.

Al lavoro sul suo primo album, non vediamo l’ora di scoprire quale altra sorpresa vorrà riservarci la nostra #4Emergente di questa settimana. Intanto, però, possiamo seguirla sui suoi canali ufficiali.

#Enjoy Catecatù!

 

Nome: Catecatù4EmergentiCatecatù2

Album: work in progress per l’album d’esordio

Genere: Pop

Frase tratta da un suo brano: “Ora che il cielo si colora, io resto qui sola e rido un po’ di me. Ora che il cielo si colora, mi meraviglio ancora. E se mi vuoi sorprendere… E se mi vuoi sorprendere lascia tutto com’è”

Da ascoltare quando: tra un tuffo e un altro in piscina o al mare, il singolo di esordio di Catecatù spalanca le braccia ai bagni di sole ed energia positiva

Artisti Simili: Meg, Carmen Consoli, Levante

Link utili: www.catecatu.com | www.facebook.com/catecatuofficialpage

 

Qui il video di “Fragole” diretto da Tiziano Russohttps://youtu.be/40vDUK0jkNc

 

Comments on Facebook

Comments are closed.