I Landlord portano la loro atmosfera intima al Monk di Roma

Il cantautorato italiano non è morto: MALDESTRO il #4Emergente di oggi
12 Maggio 2016
“COSÌ CANTÒ… BELLAVISTA” IL #4EMERGENTE DI QUESTA SETTIMANA
19 Maggio 2016

I Landlord portano la loro atmosfera intima al Monk di Roma

landlord-e1458781119204

È sempre un piacere quando un artista interessante uscito da un talent show senza purtroppo riuscire a vincerlo riesce comunque a costruirsi una carriera. È quello che stanno tentando di fare i Landlord, gruppo uscito prima della finale nell’ultima edizione di X Factor targata Sky. La voce della band, Francesca Pianini, è stata più volte associata per somiglianza fisica ad un’altra concorrente che ad X Factor è uscita in anticipo rispetto ad altri diventati poi famosi, ma che non si è certo ritrovata nell’anonimato dopo il talent, Noemi. Anche dal vivo, nella cornice alternative del Monk di Roma, dove si è tenuto un concerto dei Landlord il 13 Maggio, la ragazza è veramente somigliante alla collega rossa. Tuttavia quando apre bocca e parte la musica il mondo in cui ci conduce è completamente personale, qualcosa che in Italia è veramente poco comune e decisamente da preservare. I Landlord si muovono fra trip hop, dream pop e musica rock in maniera eccezionale e il connubio di generi che presentano risulta gradevolissimo, anche alle orecchie di chi generalmente non ascolta musica così minimale.

La performance del loro ultimo singolo, “Get by”, la traccia più uptempo del loro ep d’esordio “Aside”, che presentano in questa occasione, dimostra come i Landlord, sebbene giovanissimi, siano un gruppo che non ha nulla da invidiare a tantissime formazioni underground internazionali. I primi nomi che vengono in mente quando si ascoltano le loro esibizioni contenute ma profondamente intime ed emozionanti sono quelli dei London Grammar e degli M83. La voce di Francesca è delicata, sottile ma precisa e colpisce esattamente nel segno, coinvolge, emoziona e trascina nell’atmosfera sognante dei pezzi che interpreta.

Quello che ci si chiede uscendo dallo show dei Landlord è perché artisti del genere non siano riusciti a conquistare i primi posti ad X Factor. Com’è possibile che un talento così cristallino non venga notato in un contesto dove la musica dovrebbe essere messa al centro? La risposta potrebbe essere più triste del previsto. Forse l’italiano medio confonde eleganza, attitudine downtempo e atmosfere soffuse con la noia. Augurando ai Landlord una lunga carriera dopo l’ep di esordio, facciamo loro i complimenti e speriamo di risentirli dal vivo al più presto!

 

 

Antonio Galota

Comments on Facebook

Comments are closed.