“Spring Attitude Festival” a Roma dal 19 al 21 maggio: musica elettronica e cultura contemporanea.

Giusy Ferreri fa ballare l’Auditorium Parco della Musica
11 Maggio 2016
Il cantautorato italiano non è morto: MALDESTRO il #4Emergente di oggi
12 Maggio 2016

“Spring Attitude Festival” a Roma dal 19 al 21 maggio: musica elettronica e cultura contemporanea.

springQuando pubblico e privato, arte visiva e arte sonora, musica elettronica e nuovi media si incontrano in un unico evento aperto a tutti, beh è sempre una figata! E tale è lo “Spring Attitude Festival”, il Festival di Musica Elettronica e Cultura Contemporanea giunto alla settima edizione e reduce dai successi degli anni precedenti (12mila le presenze dello scorso anno). In programma dal 19 al 21 maggio, lo Spring Attitude è ormai un appuntamento consolidato e di una certa rilevanza nel panorama romano e anche quest’anno, come di consueto, potrà contare su una line-up di primissima categoria.

Si parte subito col botto il 19 maggio con alcuni degli artisti più rappresentativi della scena elettronica-sperimentale mondiale che si esibiranno al MAXXI, Museo delle Arti del XXI secolo, illuminato per l’occasione da “Altera LVSS”, spettacolare video mapping ad alto impatto presentato da Catenate, società sponsor della manifestazione: l’artista britannico Gold Panda, col suo album in anteprima “Good Luck And Do Your Best”, i francesi Acid Arab, che coniugano i ritmi orientali con il sound elettronico, i Red Axes, originari di Tel Aviv ed infine :Absent, progetto musicale di Ettore Bianconi caratterizzato da suoni reali e campionamenti. Si continua poi il 20 maggio nella location dell’Ex Caserma Guido Reni con Pantha du Prince, uno dei maghi dell’elettronica tedesca che torna ad esibirsi dopo sei anni di silenzio, seguito dal francese Rone, l’austriaco Dorian Concept, Pional, definito uno dei migliori talenti della scena elettronica spagnola, e poi ancora Dj Tennis, i Lust for Youth, Cosmo&Jessy Lanza e a concludere l’italiano Clap!Clap, reduce dei successi di Londra.

Per la giornata finale del 21 maggio (sempre all’Ex Caserma), la scaletta prevede performer del calibro di Go Dugong e il suo hip-hop elettronico, Young Marco, Krystal Klear, capace di scivolare tra funk, house, disco e soul, l’elettronica con richiami rave degli Anufo e il trip hop psichedelico di Lamusa. E per concludere l’evento si sposta nella notte  allo Spazio 900 per il la serata di chiusura, nella quale si esibiranno gli headliner AIR, nome storico della scena elettronica mondiale, fra i fondatori del “french touch” che tanto ha influenzato le avanguardie musicali degli ultimi anni. Oltre a loro avranno spazio anche l’elegante Matthew Herbert, autorevole esponente dell’elettronica contemporanea, il sud-coreano Hunee, il set congiunto dei tedeschi Max Graef e Glenn Astro, il funky stralunato di Dj Paypal, e, a chiudere, la pattuglia degli italiani capitanati da Iosonouncane e che prevede anche le esibizioni di Matilde Davoli, Bienoise, del producer Not Waving e infine di Ma Spaventi.

Una fantastica scorpacciata del sound più moderno del pianeta, accompagnata da una produzione artistica e visuale da far invidia ai festival colti del nord Europa (oltre alla sezione musica infatti si affiancano le sezioni Arts&New Media e Educazione, con esposizioni, performance e workshop): lo Spring Attitude Festival, la dimostrazione che Roma può guardare al futuro così come guarda al passato. Da Regina.

PREVENDITE APERTE AL LINK  http://www.springattitude.it/2016/buy-tickets/

www.springattitude.it
www.facebook.com/Springattitude
www.twitter.com/spring_attitude
www.instagram.com/spring_attitude
www.youtube.com/user/SpringAttitudeVideo

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.