LA VOCE FEMMINILE AL PASSO COI TEMPI HA IL VOLTO DELLA #4EMERGENTE MARIANNE MIRAGE

#4Sbando, storie sbagliate. Justin Bieber, bello e strafatto
23 Marzo 2016
Marlene Kuntz al Quirinetta: la loro “Lunga Attesa” è appena cominciata
24 Marzo 2016

LA VOCE FEMMINILE AL PASSO COI TEMPI HA IL VOLTO DELLA #4EMERGENTE MARIANNE MIRAGE

#4Emergenti_Marianne Mirage3Nuova settimana, nuovo artista per #4Emergenti la rubrica di Four Magazine sempre a caccia dei talenti più promettenti del “vecchio stivale”. Mettetevi comodi e preparatevi a scoprire il nuovo cavallo di razza su cui sta investendo la Sugar di Caterina Caselli. Lei è Marianne Mirage, all’anagrafe Giovanna Gardelli, un quarto di secolo sulle spalle e davanti a sé una strada che al momento sembrerebbe solo in salita. È doverosa una premessa parlando di questa interprete, autrice e musicista fuori dall’ordinario: ponete da parte qualsiasi pregiudizio del tipo “se è bella, non sarà brava” o “non sarà bella ma avrà qualche talento”, perché la Mirage è esattamente quell’eccezione contro cui nessuna strana legge di compensazione può reggere. Alla nostra #4Emergente di oggi, infatti, non manca nulla perché il suo nome entri a far parte del firmamento degli artisti italiani più degni d’attenzione e, soprattutto, d’ascolto. La Mirage è giovane, dotata e bella. Datele una app come “Surface” e vi improvviserà un concerto dal vivo come se tra le mani anziché avere un pennino elettronico avesse un plettro. Parlatele in francese e vi risponderà in rima. Un “mirage”? No, è la realtà. Il nuovo talento targato Sugar Music è un’artista curiosa e dinamica, una ragazza che sin da giovanissima ha fatto del mondo la sua casa, viaggiando tra Regno Unito, Francia, Germania e Turchia, e dell’arte la sua vocazione. Ma quel che è ancor più straordinario è il prototipo di interprete femminile incarnato dalla Mirage: dopo tanti anni di assuefazione a voci femminili pronte a strillare solamente drammi d’amore tragici e infelici, finalmente il nostro “#4prodigio” di oggi rompe con questi vecchi schemi obsoleti e dimostra come anche in Italia esistano donne al passo coi tempi. Marianne Mirage è un’artista perfettamente calata nel suo contesto storico e sociale, i suoi brani parlano di ragazze sole – ma non per questo disperate -, donne mollate – ma non per questo incapaci di reagire -, donne libere di scegliere e non vittime delle scelte fatte da altri per loro. Chioma afro e voce profonda dai toni black, la nostra cantautrice di oggi potrebbe anche essere il frutto di un curioso esperimento genetico che ha sintetizzato in un’unica formula Malika Ayane, Dawn Penn e la Giorgia più soul. Il risultato? Due parole: Marianne Mirage. Artista del mese per MTV Music con il video del singolo “Game Over”, ora non ci tocca che fare il countdown in vista di domani, 25 marzo 2016, quando finalmente il suo album di debutto “Quelli Come Me” sarà disponibile in tutti gli store!

#4Emergenti_Marianne Mirage1Nome: Marianne Mirage

Album: Uno, in uscita il 25 marzo 2016: “Quelli Come Me” (Sugar Music)

Genere: Soul, Pop, Urban

Segni particolari: “bellissima”, per citare il molleggiato più famoso d’Italia. Inoltre, sui brani in francese la sua voce sembra subire una metamorfosi diventando particolarmente sensuale e frizzante

Curiosità: perché non ve l’ho detto? La Mirage nel tempo libero, anziché rilassarsi, fa l’attrice! Con tanto di diploma in recitazione conseguito nel 2012 al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano

Da ascoltare quando: ad inizio giornata, dopo colazione, nel momento tra la doccia e la corsa al lavoro o a scuola. Ascoltare la Mirage vi darà l’effetto di un doppio espresso ad alto contenuto energetico

Artisti simili: Angelica Schiatti, Malika Ayane, Meg, Giorgia

Link utili: www.mariannemirage.com

Comments on Facebook

Comments are closed.