#Sanremo2016: I TOP e i FLOP della terza serata!

Sanremo 2016: le pagelle della serata-cover
12 febbraio 2016
Sanremo 2016: il commento della quarta serata
13 febbraio 2016

Serata dedicata alle cover quella di stasera a Sanremo. I 20 big si sono esibiti con venti delle più belle canzoni della musica italiana, anche se non sono mancati i soliti strafalcioni.
Ecco quindi i top e i flop della serata secondo noi!

TOP

1-Francesco Gabbani animale da palcoscenico, Mahmood magnetico: top.
2-Il ruggito della Leonessa Noemi è INCONFONDIBILE.
3-Come non si può non mettere fra i top Virginia Raffaele, nei panni di Donatella Versace, che si stacca l’orecchio, le extentions: meravigliosa.
4- Dolcenera e la sua versone dubstep del’amore disperato: super top!
4- Clementino, Ruggeri, Rocco Hunt, Neffa: è Napoli mania all’Ariston!
6- Le nostre dirette Periscope con i fan: siete unici!
7- Annalisa gioia per le orecchie… e per gli occhi *sbav*
8- Gli Stadio e l’omaggio a Dalla: commovente.
9- Hozier pezzo da 90 della musica internazionale.
10 -Rocco Tanica idolo delle masse!

FLOP

1-Distruggere la sigla (e la nostra infanzia) di Goldrake: gli Zero assoluto ce l’hanno fatta.
2- Gabriel Garko che annuncia Dolcenera prima della sua entrata: ma ne vogliamo parlare?
3- Miele, Gabbani e il televoto “farlocco”.
4- Arisa, ma chi ti veste, Bocelli?
5 – Pino la lavatrice; masiamoseri?
6 – Madalina parla bene in italiano, ma Garko sebra quello rumeno (sì lo sappiamo, Garko lo avevamo già messo, ma è sempre troppo poco).
7- Il papillon di Valerio Scanu
8- Rocco Hunt era all’Ariston o in un villaggio Alpitour?
9 – I Pooh come le Winx: amiche per la pelle foreverandnever..
10 – Eppure Holli e Benji ce li ricordavamo giocare a calcio..

Comments on Facebook
Giuseppe Barone
Giuseppe Barone
Amo la musica, perché mi aiuta a dialogare con la mia anima. E dialogo con le altre anime attraverso la scrittura, perché scrivere è l'unico modo che ho per comunicare al mondo esattamente quello che sento. "Comportati da signore, vivi come un bambino", il mio motto.

Comments are closed.