Noemi e il suo Cuore d’ Artista: la descrizione passo passo delle nuove canzoni

Abbiamo incontrato Arisa prima della sua quinta partecipazione al Festival di Sanremo
1 Febbraio 2016
Ellie Goulding si riscatta ad Assago dopo gli EMA
3 Febbraio 2016

Noemi e il suo Cuore d’ Artista: la descrizione passo passo delle nuove canzoni

noemi2Ieri a Milano Noemi ha presentato alla stampa Cuore d’artista, quarto album in studio dell’artista romana che in questo nuovo lavoro torna alle origini blues e cantautorali che l’hanno consacrata come una delle migliori interpreti italiane. Nel disco sono presenti 9 tracce cucite su Noemi da autori noti (Masini, Sangiorgi, Fossati) e giovani promesse (Pulli, Abbate…). Un album importante, maturo nei suoni, dagli arrangiamenti (curati dal grande Celso Valli) orchestrali che hanno solamente valorizzato le doti di Veronica Scopelliti, pronta stavolta alla consacrazione definitiva grazie anche all’aiuto di Gaetano Curreri che insieme a lei ha curato la direzione artistica.

Noi di Four Magazine, anziché darvi il nostro parere sulle canzoni, vogliamo che sia la stessa Noemi a raccontarvi i suoi nuovi pezzi, attraverso le descrizioni che, insieme al suo ufficio stampa – che ringraziamo – ha elaborato.

LA BORSA DI UNA DONNA

(M. Adami, A. Iammarino, M. Masini / M. Adami, A. Iammarino)

Scritto da Marco Masini, è il pezzo che Noemi ha scelto per la 66esima edizione del Festival di Sanremo. Di forte impatto, descrive a 360° il mondo delle donne, lo racconta nei dettagli descrivendone le emozioni, i difetti, le fragilità, i sentimenti che le rendono uniche, irripetibili. Un testo importante che l’artista non ha esitato a interpretare, sentendosi come afferma lei stessa “ogni volta una persona migliore”. Ricordare, progettare, scordandoti di vivere adesso, diventano le parole chiave di una canzone che descrive in ogni suo verso, l’universo di tutte le donne. Celso Valli, che ne ha curato l’arrangiamento, contribuisce alla stesura di una trama quasi cinematografica, in cui gli archi si aprono e diventano vento, respiro, sensazioni.

FAMMI RESPIRARE DAI TUOI OCCHI

(G. Sangiorgi / G. Sangiorgi)

Nasce la prima collaborazione con Giuliano Sangiorgi, che cura le parole di questo pezzo veloce e ritmato. Noemi sceglie un testo dal respiro internazionale, quasi un pezzo di congiunzione tra l’elettronico e la musica d’autore italiana. “Le parole di Giuliano – afferma – hanno saputo sintetizzare quella sensazione di energia ricevuta dagli occhi di una persona che in quel preciso istante, è capace di trasmetterla”. Il ritmo riporta la cantautrice con il pensiero alle melodie di Made in London, suo precedente progetto discografico.

AMEN

(F. Abbate, Cheope / F. Abbate, Cheope)

E’ considerato da Noemi il testo “più politico dell’intero album” – siamo figli della stessa terra siamo in guerra – diventa uno dei versi più contemporanei del suo ultimo progetto musicale. Scritto da Cheope e da Federica Abbate, Amen è una preghiera laica che può essere letta da molteplici prospettive, diventando una richiesta di ascolto o una tregua. Anche in questa occasione, Celso Valli ne ha curato l’arrangiamento inserendo accanto alle note rock dei sapori tribali, che hanno contribuito a una messa a fuoco del pezzo più completa. Desistere diventa impossibile, nonostante continuare sia la scelta più difficile da prendere.

DEVI ESSERE FORTE

(G. Pulli / G. Curreri, G. Pulli)

Uno degli autori più giovani con cui ha collaborato Noemi nella sua carriera “eppure un pezzo che sento fortemente mio e che mi consiglio di ascoltare e celebrare”. Un mantra valido per tutti ma soprattutto per chi è giovane, spesso perde l’orientamento e si sente perso senza una direzione o una motivazione.

IDEALISTA!

(I. Fossati / I. Fossati)

Il titolo dell’album, Cuore d’artista, nasce dall’intro di questo pezzo scritto da Ivano Fossati appositamente per Noemi, che ha incontrato personalmente il maestro. A un mese dall’incontro dei due artisti arriva con forza questo brano “che mi rappresenta al meglio, capace di appendermi, di farmi ballare e di raccontare la mia anima libera”. Ivano Fossati descrive così la sua canzone: “IDEALISTA! è lo sguardo ironico, materiale e ribelle di una ragazza di trent’anni che dice chiaro di non volersi “allineare”, di conoscere le fregature e non rincorrere le disillusioni inutili dell’amore. Lei lo fa con distacco, senza parole complicate e con divertimento. Si fida dell’istinto e del suo cuore rivelatore, lascia indietro il passato. Preferisce metaforicamente sedersi “in fondo” (a un cinema? a un autobus che viaggia? a tutta la società?) e guardare scorrere le cose finché la vita sia come lei desidera, con un senso di granitico realismo (“Basta che funzioni”- Woody Allen). E’ una donna grintosa che si difende con molti “no” ma insieme sorride di quello che vede intorno. Forse è addirittura più REALISTA che IDEALISTA, o paradossalmente le due cose insieme. Non importa, in fondo il cuore e l’istinto non hanno mai sbagliato. Basta che le cose funzionino e nessuno parli per lei.”

I LOVE U

(V. Scopelliti, Cheope / V. Scopelliti)

E’ l’unica canzone dell’album che coinvolge Noemi nella scrittura del testo insieme a Cheope. Il pezzo è attraversato da un ritmo soul e si rifà anche al mondo rhythm and blues, che lo riporta ai decenni ’60-’70, negli anni delle calde note femminili, tanto amate dalla cantautrice romana.

MENTRE ASPETTO CHE RITORNI

(A. Flora / A. Flora)

E’ il pezzo più pop del disco, che affronta il tema del viaggio portando l’artista alle note più alte. Un vero e proprio inno alla libertà nonché, uno dei pochi pezzi d’amore presenti in Cuore d’artista. Non manca la cura dell’attesa, del nido preparato per il ritorno della persona amata. Siamo due passeggeri di un treno e c’è gente che sale – il verso diventa metafora del viaggio di due persone in balia della vita.

DEVI SOLTANTO ESISTERE

(Pioppi / Curreri, Fornili)

Arriva Curreri che lascia il testo di questo pezzo all’anima più rock di Noemi. “Ho amato cantare una donna forte che conduce il gioco” – afferma Veronica che si dichiara entusiasta di queste parole tanto forti quanto femminili, in cui il rapporto di coppia è paritario e senza distinzioni di genere.

VERONICA GUARDA IL MARE

(S. Grandi / S. Grandi,G. Curreri, Barnarba, )

E’ un pezzo fondamentalmente molto acustico in cui prevalgono il contrabbasso, la chitarra e il pianoforte, che sono l’anima di questo brano. Non a caso chiude il disco, svelando il nome dell’artista che si sente perfettamente cucita addosso, questo vestito scritto per lei da Gaetano Curreri. Termina nel testo con i puntini di sospensione e nella melodia stessa con un punto musicale, chiudendo la tracklist di Cuore d’artista.

Infine Noemi aggiunge Ora che ho finito Cuore D’Artista ho la stessa sensazione che immagino si possa avere quando finiscono i lavori nella casa dei sogni e ci si va ad abitare.L’ho costruita così come la volevo. Un grazie particolare a Gaetano Curreri per essere stato il mio braccio destro, è stato veramente bellissimo lavorare insieme; Celso Valli per essere stato il mio braccio Sinistro producendo un disco con una grandissima creatività e per avermi sempre permesso di lavorare insieme ascoltandomi ed insegnandomi moltissime cose.

Grazie a Marco Borsatti fonico dal super-udito e dal gran gusto, Giordano Mazzi (Programming e Editing) per la sua professionalità e simpatia, Valentina Pollicci talmente brava da capire di cosa avessi bisogno prima di me. Ringrazio il presidente della Sony Music Andrea Rosi, il direttore generale Daniele Menci, il mio discografico Diego Quaglia, Stefania Gorla, Luca Guido e tutte le persone che fanno parte di una Major che è in realtà una grandissima famiglia. Vorrei ringraziare tutti i musicisti che hanno lavorato al disco con grandissima dedizione, in particolare Paolo Valli per aver sia suonato che partecipato alla produzione dei brani FAMMI RESPIRARE DAI TUOI OCCHI e DEVI SOLTANTO ESISTERE.

noemiUn grazie speciale a Paolo De Francesco per aver creato una copertina e un booklet veramente bellissimi, non mi deludi mai. Grazie ad Arianna Scopelliti Armando Scopelliti che mi hanno dato la possibilità di poter avere il meglio e di poter fare il disco così come me lo immaginavo. Grazie alla mia mamma Stefania per opportarmi sempre. Grazie a Daniela Turchetti che è stata sempre e sarà al mio fianco dandomi degli ottimi consigli e difendendomi.

Un ringraziamento speciale a Ivano Fossati per quel pranzo a Genova che mi ha permesso di poter spiegare il mio progetto è per aver scritto una canzone, IDEALISTA! che lo descrive in pieno; Marco Masini e Antonio Iammarino per aver scritto un capolavoro; Giuliano Sangiorgi per aver scommesso con me su un pezzo Up!!!. Alessandra Flora, Federica Abbate, Cheope, Gerardo Pulli, Saverio Grandi e Andrea Fornili. Grazie allo studio Fonoprint di Bologna. Lavorare con voi è stato un grandissimo piacere. Grazie a tutti per aver messo i vostri Cuori D’artista in questo album.

Comments on Facebook
Giuseppe Barone
Giuseppe Barone
Amo la musica, perché mi aiuta a dialogare con la mia anima. E dialogo con le altre anime attraverso la scrittura, perché scrivere è l'unico modo che ho per comunicare al mondo esattamente quello che sento. "Comportati da signore, vivi come un bambino", il mio motto.

Comments are closed.