Revenant – Redivivo. Lo diamo l’Oscar a quest’uomo???

La migliore recensione di Star Wars episodio VII – Best Review Star Wars The Force Awaken
17 Dicembre 2015
THE HATEFUL HEIGHT
29 Gennaio 2016

Revenant – Redivivo. Lo diamo l’Oscar a quest’uomo???

THE REVENANT

THE REVENANT

THE REVENANT

Partiamo da un assunto: Leonardo Di Caprio è un grandissimo attore. Un talento naturale e, anche se a volte, è calato in ruoli che almeno fisicamente non sarebbero proprio adatti a lui (mi vengono in mente J Edgar e – ebbene sì – The Wolf of Wall Street), ne esce sempre con interpretazioni al di sopra della media. In Revenant – Redivivo riesce abbastanza anche in quel trasformismo fisico che spesso gli è mancato e che ha fatto preferire a lui attori come Matthew McConaughey nella corsa al tanto sospirato Oscar.

Revenant è un film su Di Caprio. Seppur ambiziosissimo e visivamente eccelso, – meravigliosa la fotografia di sola luce naturale e i movimenti di camera in soggettiva che coinvolgono lo spettatore direttamente nell’azione – è di fatto privo di quell’assennata compostezza che possa rendere credibile la sequela di tragedie naturali e umane che possono accadere in una sola vita, ad una sola persona. Vi è come una sorta di accanimento sadico che rende vacuo il patto di fiducia che lo spettatore vorrebbe pur mantenere, ma onestamente impossibile da rispettare.

THE REVENANT Copyright © 2015 Twentieth Century Fox Film Corporation. All rights reserved. THE REVENANT Motion Picture Copyright © 2015 Regency Entertainment (USA), Inc. and Monarchy Enterprises S.a.r.l. All rights reserved.Not for sale or duplication.

THE REVENANT
Copyright © 2015 Twentieth Century Fox Film Corporation. All rights reserved. THE REVENANT Motion Picture Copyright © 2015 Regency Entertainment (USA), Inc. and Monarchy Enterprises S.a.r.l. All rights reserved.Not for sale or duplication.

Il personaggio interpretato da Tom Hardy, il vero bad guy della storia,  è di una violenza inaudita, le cui motivazioni però – poiché non sufficientemente esplicitate, lo trasformano in un personaggio “di forma”, senza spessore. A ben guardare, è forse questo il vero limite di un Iñárritu spossante, abile nel trascinare le vicende, la storia, i personaggi e con essi anche lo spettatore in un maratona senza sosta incapace però, al dunque, di indagare le miserie umane e la profondità di una scelta di vendetta quasi ontologica. Ne risulta quindi un film paradossalmente freddo, di quelli da vedere una volta e mai più. Una pellicola atta alla conquista di una agognata statuetta per un attore capace di ben altre prove, il cui riconoscimento a questo punto è quasi dovuto.

Comments on Facebook
Alice Ungaro
Alice Ungaro
Gravita nel mondo dello spettacolo e dell’audiovisivo sin da piccola, manifestando capacità organizzative e di leadership che la conducono velocemente dall’altro lato della camera. Fermamente convinta che lavorare con passione sia l’unico modo di lavorare, ha fatto dei suoi interessi il suo “core business” specializzandosi nell’organizzazione eventi e nella comunicazione.

Comments are closed.