#Medimex15: entra in scena la cantantessa Carmen Consoli

#Medimex15: la rocker della canzone italiana Gianna Nannini presenta il suo nuovo album
30 Ottobre 2015
#Medimex15: l’uragano KOLORS cresciuto a pane e Pink Floyd
31 Ottobre 2015

#Medimex15: entra in scena la cantantessa Carmen Consoli

consoliSi conclude anche la seconda giornata del Medimex 2015, il Salone dell’Innovazione Musicale che per tre giorni, da cinque anni ormai, trasforma Bari nell’epicentro della musica internazionale. È qui che a fine ottobre convergono punti di vista, opinioni e riflessioni di professionisti del settore o semplici estimatori. Ed è da qui che partono nuovi progetti, idee e possibilità perché la musica riprenda o continui, a seconda del punto di vista, a crescere. Tre giornate in cui confrontarsi e ascoltarsi perché, oltre che suonarla, è necessario anche parlare di musica.

Venerdì 30 ottobre, nonostante abbia vantato importanti nomi maschili fra i suoi ospiti – tra cui gli idoli delle nuove generazioni The Kolors, il maestro David Lang, l’etereo Vinicio Capossela e il geniale Stato Sociale – ha dimostrato di avere due sole grandi protagoniste assolute, due importanti nomi femminili della scena musicale italiana contemporanea: Gianna Nannini e Carmen Consoli. A ben guardarle, le due artiste non sono poi così diverse tra loro. Ad accomunarle la stessa grinta, la stessa capacità di emanciparsi dai compromessi del mercato discografico pur di rimanere fedeli a se stesse e una marcata identità musicale. La rocker toscana e la “cantantessa” sicula sono due donne con gli attributi, ed è il caso di dirlo, che nel corso della loro carriera non hanno mai rinunciato ad esporsi, incuranti dell’opinione pubblica e sempre coerenti con il loro sentire e pensare.

consoli2Carmen Consoli sale sullo stage del Medimex la sera della seconda giornata raccogliendo attorno a sé un pubblico perlomeno triplicato rispetto al già numeroso numero di spettatori che 24 ore prima avevano riempito il padiglione del Salone dell’Innovazione Musicale per ascoltare interpreti della scena internazionale quali Hindi Zara e Natalie Imbruglia. La cantantessa entra in scena nella sua camicetta verde e gonna di pelle accompagnata da una band tutta al femminile, con Fiamma Cardani alla batteria e Luciana Luccinie al basso, e dall’immancabile chitarra, lo strumento in cui da anni la Consoli trova supporto alla sua voce e ai brani da lei composti. Un’esibizione potente ed intensa da cui trasuda tutta la genuina sicilianità della cantautrice e il talento che l’ha resa una delle artiste più apprezzate del panorama nostrano e non. Nelle vene le scorre il fuoco della sua terra, dalla sua voce vibra un rock autentico ed esplosivo. Sul palco, oltre alla qualità dell’interpretazione mai in calo lungo l’oretta che l’ha vista catalizzare l’attenzione di migliaia di spettatori, l’indiscusso carisma che ne ha fatto una delle icone della discografia italiana di livello.

Il concerto inizia sulle note di “Geisha”, rompendo il ghiaccio e catturando il pubblico sin dal primo minuto, per poi spaziare dalla discografia più recente a quella storica con “L’Abitudine di Tornare”, “Ottobre”, “Per Niente Stanca”, “Sintonia Imperfetta” e “AAA Cercasi”, solo per citarne alcuni. Potente il sound della chitarra elettrica della Consoli
investe la platea che si lascia condurre dalla sua voce facendole eco. “Qualcuno diceva che la bellezza ci salverà da tutto ciò che è brutto ma la bellezza ama nascondersi – afferma la cantautrice rivolgendosi al pubblico – . Ho sempre odiato la filastrocca della ‘spia’. Ma io non faccio la spia, la mia è denuncia” sostiene la catanese prima di intonare “Esercito Silente”. Poi il gran finale con “Venere”. “Ci piace fare rumore – conclude la cantantessa riferendosi alla sua band tutta al femminile – . Dobbiamo fare confusione sennò non siamo contente”. Ed allora via alla voce della chitarra e alle distorsioni.
Ripartirà a fine novembre “L’Abitudine di Tornare Tour” della Consoli che porterà la cantautrice in giro per l’Europa tra Francia, Olanda, Belgio, Spagna e Germania. Dal canto nostro, non potremmo che augurarci che questa sana “abitudine” la riporti presto a regalare la sua energia e talento innato sui palchi italiani.

Per ulteriori info: www.carmenconsoli.it

 

Comments on Facebook

Comments are closed.