Alvaro Soler porta il sole nella piovosa Milano

Malika Ayane: un tour proprio Naif, a grande richiesta la terza data di Milano
14 ottobre 2015
Fedez ridipinge il suo Pop-Hoolista con una nuova edizione | La recensione
15 ottobre 2015

Alvaro Soler porta il sole nella piovosa Milano

a cura di Beatrice Costanzo

È una serata uggiosa quella di mercoledì 14 ottobre, ma non nel locale di via Pietrasanta. Ci pensa infatti lo spagnolo Alvaro Soler, divenuto celebre in tutto il mondo quest’estate con la hit El Mismo Sol, a portare il suo Eterno Agosto al pubblico dei Magazzini Generali, per la sua prima tappa di un mini tour italiano che comprende anche l’Orion di Ciampino (Roma) proprio questa sera giovedì 15 ottobre e il Vox Club di Nonantola (Modena) venerdì 16. Il cantautore ventiquattrenne di Barcellona entra in scena alle ore 21 precise proprio sulle note di Agosto, da cui il titolo dell’ album di debutto registrato tra la Spagna e Berlino e della tournée con cui sta girando l’Europa in compagnia della sua band. Dopo il secondo brano in scaletta, Esta Noche, il concerto si interrompe per la prima di molte pause in cui Alvaro parla ai suoi fan, passando agilmente dall’ inglese allo spagnolo infilandoci anche un po’ di italiano. Alvaro infatti, madre spagnola e padre tedesco, fin da piccolo è multilingue, merito anche di ben sette anni vissuti in Giappone con i genitori dai 10 ai 17 anni, periodo in cui grazie alle lezioni di pianoforte scopre il grandissimo amore per la musica. Lo show prosegue con Volar e Si No Te Tengo Ati in cui lo spagnolo dà prova di destreggiarsi molto bene anche come musicista con chitarra e ukulele. Tutti i presenti vengono facilmente coinvolti non solo dall’allegria tipica di una musica latina che fa cantare e ballare a ritmo, ma anche dalla simpatia del bel Alvaro, che coinvolge il pubblico creando una forte intimità difficile da trovare ai concerti: “sono felicissimo di essere in Italia per il mio primo concerto! Fa caldo qui, you are making me sweaty!” Il live non perde mai di ritmo, tra le sonorità spensierate di Mi Corazòn (“il titolo più usato nelle canzoni spagnole”) e Veleno e le ballad come Esperandote e Que Pasa, “scritta per tutti quelli che non si sentono belli” e dedicata, insieme a Lucia, alla sorella minore di cui il ragazzone latino dal cuore tenero si vuole prendere cura. “Spero che tutte le ragazze qui si sentano belle, perché siete bellissimi” dichiara al suo pubblico eterogeneo, composto non solo dalle ragazzine urlanti delle prime file, che ci sono eccome, con cartelloni e bigliettini che passano direttamente dalle mani delle fan a quelle di Alvaro, ma anche da persone di tutte le età immerse per un po’ più di un’oretta di concerto in una grande atmosfera positiva e festosa. È dunque arrivato il momento di ascoltare per la prima volta durante la serata El Mismo Sol, tormentone con cui Alvaro ha scalato le classifiche europee e vinto il premio di RTL “canzone dell’estate” al Coca Cola Summer Festival. Senza dubbio la canzone più conosciuta e cantata dal pubblico, ma ben inserita all’interno di un live che è molto di più di una semplice esaltazione di una hit estiva, in cui il giovane catalano balla, intrattiene il pubblico e si rivolge ad ognuno dei presenti come un vero latin lover. “Questa è la mia quarta volta a Milano, sono venuto anche come turista prima di iniziare a fare musica, mi piace molto l’Italia e mi sento a casa” Ci stiamo già dirigendo verso la fine del concerto con La Vita Seguira, Quando Volveras e Tengo Un Sentimento su cui saluta il pubblico, ma prima ancora che ce ne si accorga il palco è già di nuovo illuminato e pieno per il primo encore con Tarde, canzone non contenuta nell’album che regala un bel finale in crescendo con la band lasciata a chiudere. Le luci si riaccendono nel locale, ma è un falso allarme perché Alvaro Soler vuole far ballare ancora volta i suoi fan sulle note di El Mismo Sol, prima di salutarli con un “è stato un anno incredibile per me e spero di poter continuare con la mia musica, grazie e ci vediamo alla prossima!” e rendere felici le moltissime ragazze presenti firmando autografi e scattando foto. Grazie a te Alvaro per aver portato tanta buona musica e divertimento ad un’ uggiosa serata milanese, nella vita c’è bisogno di un po’ di allegria, spensieratezza e fascino latino per ognuno di noi!

Comments on Facebook

Comments are closed.