SERGIO BADINO: IN “ERREQUATTRO” UNA SURREALE “NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI”

SBK 2015: le due ruote sbarcano su android e iOS
7 Luglio 2015
Antropocinema: l’occhio del cinema puntato sull’uomo
13 Luglio 2015

SERGIO BADINO: IN “ERREQUATTRO” UNA SURREALE “NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI”

badino

Titolo ErreQuattro
Autore Sergio Badino
Genere Narrativa – Romanzo
Editore Liberodiscrivere® associazione culturale edizioni
Collana Il libro si libera  N.  158
ISBN 9788899137175
Pagine 164

Inizia come un romanzo di formazione e finisce a colpi di balestra ed esplosioni ‘ErreQuattro’, il nuovo coinvolgente romanzo di Sergio Badino, scrittore e sceneggiatore di fumetti – tra gli altri – per Disney e Bonelli. Come nella sua precedente opera, Uccidete il Pipistrello, ispirato alla figura di Batman senza che il Cavaliere Oscuro compaia mai veramente, anche questo libro è pieno di rimandi, sia nel linguaggio che nel contenuto, all’universo del cinema che è una delle grandi passioni dell’autore. Che, non a caso, rivela in una nota che alla base di tutto c’era proprio l’intenzione di realizzare un film.

I costi però erano proibitivi per ciò che l’autore aveva in mente di fare – tra l’ironia surreale dei Blues Brothers e un autentico action metropolitano, ambientato nella sua terra d’origine, Genova – e dunque largo spazio alla scrittura che permette di viaggiare con pochi spiccioli, anche se con tanta fatica intellettuale. Il romanzo, nella forma in cui lo leggiamo, ci ha messo anni per venir fuori: iniziata durante le superiori, nel 1999, la lavorazione è stata accantonata e ripresa a varie fasi per quindici anni buoni. Meglio, perché questo processo di raffinamento l’ha resa più matura e duttile. E dopotutto, meglio così: la parola scritta, rispetto all’immagine proiettata su schermo, permette alla mente di superare facilmente quell’attimo di spaesamento che lo spettatore/lettore italiano medio avvertirebbe nel vedere ambientati inseguimenti e scene concitate non nel Texas, a New York o in California, ma a due passi dal Porto Antico e Via Del Campo, tra band rivali, boss con il mascara e poliziotti cyborg da far invidia a Terminator. Suona strano? Forse lo è, ma lo stile di Badino, asciutto e molto improntato alla narrativa per immagini – le descrizioni sono precise ed essenziali proprio come le vignette di un fumetto – funziona alla grande e rende questo libro la lettura ideale per le vacanze estive.

Doveva essere una tranquilla serata tra amici per inaugurare la Renault 4 appena rimessa a nuovo, ma Sandro, Oscar, Ennio e Pietro – quattro compagni di scuola alla vigilia degli esami di maturità – sono risucchiati in un vortice d’imprevisti e sbattuti a ritmo di blues – la musica, altro grande leitmotiv, vicina a Badino che in età giovanile ha militato proprio un una blues band – ai quattro angoli della loro città, trovandosi a vivere una nottata di situazioni sempre più surreali e grottesche, in un crescendo d’azione, a bordo dell’automobile che insieme hanno sistemato. Perché qualcuno vuole impossessarsi della loro R4? Che cosa cercano i quattro che li inseguono a bordo di due sidecar? Chi è la mostruosa tassista che li tampina? In fuga dai vigili urbani, tra protettori, prostitute, meccanici clandestini e pittoreschi gestori di locali notturni, i quattro amici dovranno trovare il tempo di rimettere insieme la loro band di black music, di risolvere – o almeno tentare – i problemi con le loro ragazze e, con l’aiuto dell’R4, provare anche a presentarsi in orario, la mattina dopo, alla prova d’esame.

Sceneggiatore, scrittore e insegnante di narrazione, Badino esordisce nel 2001 sulle pagine di Topolino: da allora le sue storie con i personaggi Disney sono pubblicate in oltre quindici Paesi in tutto il mondo. Dal 2009 collabora anche con Sergio Bonelli Editore per gli albi di Martin Mystère e di Dylan Dog. Ha scritto serie animate televisive per RAI e per Mediaset. Ha pubblicato i libri Conversazione con Carlo Chendi (Tunué 2006), Professione Sceneggiatore (I ed. Tunué 2007; nuova ed. ampliata, Tunué 2012) e il romanzo Uccidete il Pipistrello! (Liberodiscrivere 2014). È autore dei racconti noir della serie di Michele Palma pubblicati sulla rivista Blue Liguria. Per Disney Libri ha tradotto e adattato i volumi per ragazzi I Robinson – Una famiglia spaziale, Come d’Incanto e Wall-E. In ambito giornalistico è stato condirettore della rivista Mono (ed. Tunué), collaboratore della redazione genovese del quotidianola Repubblica e della rivista Andersen – il mondo dell’infanzia. Ha insegnato scrittura creativa in diverse scuole di fumetto, al DAMS di Imperia e all’Accademia Ligustica di Belle Arti. Nel 2012, a Genova, ha fondato StudioStorie (Studiostorie.com), scuola di storytelling, sceneggiatura e scrittura. Dai diciotto ai venticinque anni ha guidato una Renault 4.

Recensione di Andrea Guglielmino

Comments on Facebook

Comments are closed.