Quartet Gala, la danza come l’amore: senza età

Tayfun Pirselimoglu, a Pesaro il vento del nuovo cinema turco
26 giugno 2015
L’Oroscopo di Glo Previsioni Astrali dal 1 al 15 luglio 2015
6 luglio 2015

Quartet Gala, la danza come l’amore: senza età

Chi ha fatto del proprio corpo lo strumento principe dell’essere artista, non può non temere lo scorrere inesorabile del tempo. Questo ho sempre pensato del “mestiere” di danzatore e, in parte, ne sono ancora convinta, ma guardando in scena Dominique Mercy, Susanne Linke e soprattutto Mats Ek e Ana Laguna, ho realizzato quanto questa meravigliosa forma espressiva che è la danza, sia in realtà un linguaggio impossibile da dimenticare. Ove forse non arriva più la flessione dell’anca, ecco la presenza scenica di mostri sacri che hanno indagato a fondo il loro rapporto con il pubblico e continuano con esso un meraviglioso dialogo il quale ha sì il sapore della nostalgia, ma si nutre di nuova linfa ogni volta che il sipario si apre.

Si parte con un interprete del teatro danza di Pina Bausch, nella fattispecie il 65enne Dominique Mercy (40 anni trascorsi con il Tanztheater Wuppertal), con un assolo  – That Paper Boy di Pascal Merighi – che gioca insistentemente sul contraltare dell’intensità fisica e quella emotiva,  affiancando inoltre l’incursione di un giovane danzatore, specchio potente e inquieto di un uomo che ha saputo trarre il meglio dall’esperienza e dalla conoscenza di sé.

Più schiva la presenza di Susanne Linke, 71 anni, una delle maggiori caposcuola della danza libera tedesca, con la sua interpretazione de A Lost Solo…. With Greeting to Dore (2014) tratto dalla sua esplosiva versione de La Sagra della Primavera. Intensa, misurata, onesta: la consapevolezza del tempo passato e di quello che si è ancora in grado di offrire.

Ma è soprattutto il grande coreografo svedese Mats Ek (70 anni) accanto alla ballerina spagnola Ana Laguna (60 anni), sua musa e moglie, in Potato e Memory, a restituire l’autentica e commovente bellezza di questa arte. Entrambi i lavori sono un’ode all’amore e alla vita, emozionanti. Vi ho trovato la stessa intensa poesia del prologo del film di animazione Pixar “Up”. La coppia Ek-Laguna celebra la vita come raramente ho avuto l’onore di vedere, si muove forte e volitiva così che in ogni passo ci sia la sostanza della terra e l’audacia della leggerezza.

Un pubblico coinvolto e partecipe ha salutato con un calorosissimo applauso la dipartita del quartetto, uno spettacolo per gli occhi, ma soprattutto per il cuore.

Quartet Gala è una produzione Daniele Cipriani Entertainment andato in scena il 24 e 25 Giugno presso il Teatro Argentina, Roma.

Comments on Facebook
Alice Ungaro
Alice Ungaro
Gravita nel mondo dello spettacolo e dell’audiovisivo sin da piccola, manifestando capacità organizzative e di leadership che la conducono velocemente dall’altro lato della camera. Fermamente convinta che lavorare con passione sia l’unico modo di lavorare, ha fatto dei suoi interessi il suo “core business” specializzandosi nell’organizzazione eventi e nella comunicazione.

Comments are closed.