L’arte senza età: Quartet Gala con A.Laguna, Mats Ek, S.Linke e D.Mercy

L’Oroscopo di Glo Previsioni Astrali dal 16 al 30 giugno 2015
15 giugno 2015
Musica per Bambini, Capolavoro anche dal vivo a Pesaro
26 giugno 2015

L’arte senza età: Quartet Gala con A.Laguna, Mats Ek, S.Linke e D.Mercy

Con un affettuoso pensiero rivolto ai quattro non più verdissimi cantanti di una casa per musicisti a riposo scaturita dall’immaginazione di un grande regista, quattro danzatori ‘diversamente giovani’ riempiono il palcoscenico con la loro gioia di danzare nella consapevolezza che, dopo la bellezza acerba della primavera e quella rigogliosa dell’estate, arrivano i ricchi frutti interpretativi della stagione più matura. Mats Ek, Ana Laguna, Susanne Linke e Dominique Mercy: loro, nomi leggendari della danza contemporanea e tutti festosamente “over 60”, i protagonisti di QUARTET GALA a cura di Daniele Cipriani, in scena al Teatro Argentina di Roma, 24 e 25 giugno alle ore 21.

In programma due lavori del grande coreografo svedese Mats Ek (70 anni) che lui stesso interpreterà accanto alla danzatrice spagnola Ana Laguna (60 anni), sua musa e compagna di vita: Potato e Memory. Se Potato è un giocoso dialogo tra due persone che hanno passato quasi tutta la vita insieme, una coppia rodata e affiatata, che tollera reciproche eccentricità con affetto e profonda amicizia, Memory trasporta gli spettatori (all’insegna di un divertito voyeurismo) in un ambiente domestico, quasi da fumetto, dove questa coppia, estrosa e complice, vive la sua quotidianità.

Nessuno meglio di un interprete del teatro danza di Pina Bausch è in grado di dimostrare che anche in un’arte così fisicamente esigente come la danza, l’intensità data dall’esperienza prevale sull’agilità della gioventù. Così il 65enne Dominique Mercy, francese ma forte di quarant’anni trascorsi con il Tanztheater Wuppertal (fin dalla fondazione della mitica compagnia), immergerà il pubblico in piena atmosfera Bausch interpretando l’assolo That Paper Boy.

La quarta artista di questo quartetto d’eccezione è una delle maggiori caposcuola della danza libera tedesca, interprete e creatrice conosciuta in tutto il mondo: dall’alto dei suoi 71 anni, Susanne Linke interpreterà l’assolo A Lost Solo…. With Greeting to Dore (2014) tratto dalla sua versione della Sagra della Primavera, il balletto di Igor Stravinsky che, a un secolo di distanza dal suo burrascoso debutto, continua con la sua prorompente energia ad affascinare il teatro danza. In questo caso tale energia è veramente esplosiva, trattandosi della danza dell’Eletta, con il suo finale orgasmico e travolgente.

L’arte è un mondo dove a dispetto (o forse proprio in conseguenza) del passare degli anni l’artista ha sempre preziosi talenti e reminiscenze da condividere. QUARTET GALA, i cui protagonisti costituiscono un legame diretto con i pionieri della danza moderna europea, ne è la riprova e vuole anche essere un’esortazione alla nostra società: anziché escludere ed emarginarli, riscopriamo e risvegliamo dei nostri concittadini ‘diversamente giovani’ quella loro ‘memoria’ impagabile, sempreverde e sempre feconda.

Comments on Facebook

Comments are closed.