Conchita Wurst presenta il suo primo album e la sua biografia

Natalia Lafourcade, dal Messico all’Italia: “L’Italia mi ha accolta a braccia aperte”.
11 Giugno 2015
Festival di Villa Arconati: Patti Smith, ritorno al futuro
16 Giugno 2015

Conchita Wurst presenta il suo primo album e la sua biografia

a cura di Lorenza Fici

Stazione centrale. Arrivate davanti ai binari, costeggiate tutto il binario 21 e sulla destra troverete una portone, che vi porta alla meravigliosa Sala Reale. Qui, dopo una breve presentazione sui prossimi eventi che la Stazione Centrale ospiterà come location degli Expo City Events, si presenta Conchita Wurst, vincitrice dell’Eurovision Song contest 2014 e madrina dell’edizione del 2015. Nonostante il successo mondiale ottenuto dopo la vittoria, Conchita continua a battersi per i diritti sociali e per portare il suo messaggio contro la discriminazione al mondo della musica. Conchita ha avuto l’opportunità di incontrare Ban-Ki Moon dopo la sua esibizione all’ONU e, alla domanda su cosa direbbe a Putin se mai lo potesse incontrare, ci confida che le piacerebbe conoscere persone come il Papa, Barak Obama e Putin per capire cosa significa essere nei loro panni. Riguardo a Putin, vorrebbe incontrarlo per capire il suo modo di ragionare e fargli cambiare idea. Dopo questo anno intenso Conchita si è aperta al pubblico pubblicando a seguito di pochi giorni la sua biografia (uscita il 15 maggio in 6 lingue differenti) e il suo primo disco (uscito il 19 maggio). Conchita ci confida di non aver approvato inizialmente l’idea di scrivere un libro, considerandosi troppo giovane a 26 anni per scrivere un memoire, poi ripensandoci si è decisa a scrivere qualcosa che lei stessa avrebbe comprato. Passando per quattro giorni in rassegna la sua vita e raccontandosi al suo ghost writer ha imparato a conoscere meglio e riscoprire parti di se stessa. Nel libro si mette a nudo e parla di come Tom Neuwirth è diventato Conchita Wurst e come Tom e Conchita riescono a convivere. Conchita è stata fin dall’infanzia determinata nel perseguire i propri obiettivi, sogna di vincere un Grammy e di andare in tour, ha insegnato a Tom di lavorare sodo per avere successo. Tom, il pigro dei due, ha insegnato a Conchita a rilassarsi, accettarsi ed essere orgogliosa se stessa. L’album di Conchita è a sua volta autobiografico, rappresenta un mix poliedrico di generi musicali (dalla ballata alla disco music, dallo swing a sonorità orientali) e di tematiche. Le ultime tracce contengono singoli già usciti, tra cui “Rise like a Phoenix”, singolo della vittoria del 2014 e “You are Unstoppable”, vincitore del premio “Video dell’anno” agli Amadeus Austrian Music Awards 2015.

Gli inediti sono sia stati scritti da autori che da alcuni fan tramite un progetto lanciato sulla pagina ufficiale di Conchita. A questo proposito ci afferma di non fare attenzione a chi ha scritto la canzone, ma deve essere semplicemente una canzone che rifletta qualcosa di sé. A questo  proposito afferma “io ho un messaggio che può aiutare, però questo disco non parla soltanto di messaggi importanti e di credere in se stessi e nelle proprie capacità, ma ci sono anche canzoni che parlano di quando si è lasciati da qualcuno, ho lavorato al disco con un approccio molto egoistico, volevo divertirmi, non parlo solo di come rendere il pianeta un posto migliore ma parlo anche di perché cavolo quello mi ha lasciato sotto la pioggia”. Alla domanda su cosa pensa accadrà alla sua carriera una volta cessato l’effetto sorpresa che suscita la sua figura di drag queen con la barba, Conchita risponde che: “L’importante è essere se stessi, io ho costruito la mia verità con questo personaggio che porto sul palcoscenico, è divertente, mi sento a mio agio, sono la persona che ho sempre voluto essere, ci sono voluti degli anni e tanto lavoro per arrivare fin qui, non nego che oltre alla canzone anche il look e l’aspetto fisico mi abbiano portato alla vittoria dell’Eurovision song contest, ma non mi chiedo mai cosa accadrà se tutto questo dovesse finire, perché semplicemente io voglio essere felice, la scelta che ho fatto è perseguire questo obiettivo: essere felice nella vita, quindi anche se le cose dovessero prendere un’altra piega so che troverò il modo di ripartire, felice”.

Comments on Facebook

Comments are closed.