Woody Allen e il suo anno buono

Asif Kapadia racconta l’anima tormentata di Amy!
17 Maggio 2015
The Lobster e lo straripante humor inglese #Cannes68
18 Maggio 2015

Woody Allen e il suo anno buono

Possiamo dichiararlo apertamente, infondo è un pensiero famoso fra i cinefili, quello che ritiene Woody Allen un regista che sistematicamente realizza un film buono e uno meno alternandoli di anno in anno. State tranquilli però , se il prodotto dell’anno scorso “Magic in the Moonlight” non vi aveva entusiasmato, questo “Irrational Man” presentato al Festival De Cannes, vi sorprenderà sia per il ritmo, che per la trama. La storia in realtà all’apparenza non è delle piu originali, narra la liaison fra un professore e un’alunna, come nei piu classici cliché, ma trattandosi di Woody Allen, le sorprese sono dietro l’angolo. Quella che a prima vista sembra essere una commedia romantica realizzata con grande classe, si tinge di nero e assume i colori di un noir. Ironizzando e analizzando tutti i luoghi comuni del cinema di Allen e i suoi demoni di sempre: depressione, felicità, rapporti di coppia, inadeguatezza. C’e molto del suo passato in quest’opera, con echi di vecchi film amati dal pubblico, contestualizzandoli alla società moderna e i suoi protagonisti. Una fotografia caratterizzata dai toni caldi e tesa ad evidenziare gli ambienti sereni e spensierati universitari, fa da sfondo a due attori eccezionali, Joaquin Phoenix e Emma Stone, ormai musa del regista.
Il classico humor Alleniano affidato ad una sceneggiatura impeccabile, caratterizzata, come sempre, dalla voce fuori campo, scritta per i due personaggi in bilico fra la commedia e il crime.
È l’anno buono signor Allen e grazie anche per quelli che lo sono meno!

Comments on Facebook

Comments are closed.