SYMPHONY OF THE GODDESSES: ZELDA AL TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI

Non perdetevi il documentario “Cobain: Montage of Heck”.Evento Speciale 28 e 29 Aprile nei Cinema
27 Aprile 2015
SLIPKNOT: show estivo al Rock in Roma il 16 Giugno!
27 Aprile 2015

SOTG_MasterQuest_admat_updated_11-19

Grande entusiasmo da parte del folto pubblico di appassionati che, la sera del 24 aprile 2015, si è ritrovato presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano per assistere a The Legend of Zelda: Symphony of the Goddesses – Master Quest, primo appuntamento italiano con le musiche di Zelda suonate da una vera orchestra sinfonica.

L’esperimento non è nuovo – Square Enix ha iniziato a proporre concerti dalle musiche di Final Fantasy già dal 2002 – ma è sicuramente ben accetto e di alta qualità: portare in giro per il mondo le musiche di Zelda, probabilmente una delle saghe di maggior riconoscibilità per il mondo dei videogiochi, avvicinando in tal modo gli appassionati di videogiochi al mondo della musica sinfonica e, per converso, far comprendere anche a chi si senta molto distante dal mondo videoludico il livello di qualità raggiunto da tali produzioni.

Da 29 anni Zelda è sinonimo di fantastiche avventure vissute nel mondo di Hyrule, un universo fantastico creato dal genio di Shigeru Miyamoto, nel quale si muovono, oltre alla principessa Zelda, il silenzioso eroe Link e la sua storica nemesi Ganondorf. Se nei primi tempi le potenzialità tecniche del Nintendo 8 bit non consentivano alla saga di avere un accompagnamento musicale di vera qualità, nel tempo questo si è andato raffinando, raggiungendo i livelli che oggi consentono a Nintendo di circuitare dei concerti eseguiti da un’orchestra di ben 90 elementi, compreso un coro.

Lo spettacolo offerto al pubblico del Teatro degli Arcimboldi, in larghissima parte composto da appassionati del gioco, è stato di alto livello, con musicisti professionisti ad eseguire un programma il cui nome, Symphony of the Goddesses, si riferisce alla sinfonia in 4 momenti che racconta la trama della saga partendo da The Legend of Zelda: Ocarina of Time, The Legend of Zelda: The Wind Waker, The Legend of Zelda: Twilight Princess e The Legend of Zelda: A Link to the Past. L’esecuzione mette inoltre in risalto le interpretazioni orchestrali di The Legend of Zelda: Link’s Awakening, The Legend of Zelda: Majora’s Mask e The Legend of Zelda: Spirit Tracks, componendo un percorso completo nell’epopea di Link.

La commozione di quanti in queste musiche riconoscevano momenti delle loro esperienze di gioco era palpabile ed espressa chiaramente sia dagli applausi entusiasti che dalla viva voce dei vincitori del contest per i migliori cosplayer maschile e femminile. L’interesse di quanti, magari accompagnando un amico o parente appassionato, hanno seguito il concerto, è stato catturato dalla bellezza delle melodie e dalla perizia dei musicisti, oltre che dalle immagini del gioco che scorrevano su un maxischermo. A tale riguardo l’unico neo serio della serata: dalle gallerie, la presenza di alcune casse di amplificazione appese davanti allo schermo rendeva impossibile vedere una parte di quanto proposto sullo stesso… Essendo la musica la protagonista lo spettacolo ne è stato solo parzialmente intaccato, ma sicuramente si è rivelata una mancanza di attenzione per una parte del pubblico che ha reso perfettibile uno spettacolo per il resto impeccabile.

IL PROGRAMMA DELLA SERATA:

~ACT I~

Overture
~INTERLUDES~

Gerudo Valley
Boss Battle Medley
Suite from Majora’s Mask
A Link Between Worlds

~THE SYMPHONY~

Prelude ~ The Creation of Hyrule
Movement I ~ Ocarina of Time
Movement II ~ The Wind Waker

~ACT II~

Intermezzo ~ Great Fairy’s Fountain
Movement III ~ Twilight Princess
Movement IV ~ Time of the Falling Rain

Finale

Comments on Facebook
Roberto Semprebene
Roberto Semprebene
Appassionato di Cinema e Videogiochi, ha fatto delle sue passioni il proprio lavoro. Ci tiene tantissimo a precisare di essere nato in un giorno palindromo, cosa che probabilmente affascina e stupisce solo lui!

Comments are closed.