Karima: il suo nuovo album Close to you

Radio Italia Live 2015: il 28 Maggio, l’evento più grande d’Italia
1 Aprile 2015
Manuel Foresta e Andrea Maestrelli ieri sera al Memo Restaurant per la presentazione dei loro album
1 Aprile 2015

Karima: il suo nuovo album Close to you

a cura di Beatrice Costanzo

Forse ve la ricordate per la partecipazione ad Amici, o forse per la bellissima “Come In Ogni Ora”, presentata tra le nuove proposte di Sanremo nel 2009, ma Karima è molto di più, come dimostra “Close To You – Karima sings Bacharach”, album di 13 brani composti dal grande maestro Burt Bacharach pubblicato lo scorso 24 marzo per Universal Music su etichetta Decca Black. Fourzine ha incontrato per voi la cantante livornese, che ci ha raccontato di aver scoperto il meraviglioso mondo di questo grande artista a soli quindici anni dopo aver ricevuto in dono un suo disco. Poter collaborare con lui, prima al Festival di Sanremo e poi per questo meraviglioso progetto, è stato dunque il coronamento di un sogno, nonostante il registrare l’album a Los Angeles abbia comportato per l’artista alcune difficoltà tecniche come ad esempio l’incidere in presa diretta, cosa che richiede una grande concentrazione fisica e mentale. Lo sforzo è stato però ripagato completamente dall’ottimo lavoro che è uscito sulle tracce del disco, inizialmente 11 ma diventate 13 per la difficoltà di scegliere tra i tantissimi capolavori del maestro Bacharach e perché 13 è il giorno in cui mamma Karima ha dato alla luce la sua bambina. I brani spaziano dalle ballad, le preferite dalla cantante, a pezzi più swing e dinamici, il tutto contornato da un arrangiamento in chiave trasversale realizzato dal maestro Piero Frassi con contrabbasso, basso elettrico, pianoforte, batteria, sax e flauto traverso. Il titolo dell’ album “Close To You” riprende quello del primo singolo estratto, che rappresenta anche un messaggio per i fan di Karima, coloro che l’hanno sempre seguita fin dai tempi di Amici e con cui c’è una sorta di filo trasparente che tiene sempre in collegamento, anche quando il lavoro è “dietro le quinte” lontano dal grande pubblico. Nonostante sia qualcosa di lontano dalle sonorità pop a cui siamo abituati di solito, soprattutto per quanto riguarda artisti usciti da famosi talent show, questo album sembra stampato a fuoco sulle corde di Karima. I fan più affezionati, che vanno dai 25 ai 70 anni circa, in un certo senso si aspettavano un’ uscita di questo tipo dall’artista, conoscendo il suo percorso e lo stile di una grande cantante dalla grande vocalità. Allo stesso tempo però c’è la voglia di sentire Karima di nuovo in un disco di inediti. Dal primo lavoro dell’artista del 2010 sono infatti passati ben 5 anni e sono cambiate tante cose, “sono maturata come artista e diventata mamma, vorrei cantare qualcosa che mi racconti un po’, ma non canzoni scritte da me perché io sono principalmente un’interprete. Inoltre, vorrei rimanere fedele al mondo del jazz perché è il mio mondo, è come se amassi da sempre lo swing senza sapere come si chiamasse”. È proprio per questo motivo che anche il tour live previsto per i mesi estivi rispecchierà questo orientamento jazz grazie a Festival e teatri in cui si potranno certo esprimere le dinamiche che contraddistinguono questo progetto. Quando le chiediamo cosa è cambiato da inizio carriera ad oggi, Karima ci ricorda come non si sia mai fermata a studiare canto, anche lirico, grazie ad una bravissima insegnante come Susanna Rigacci, la cantante del maestro Ennio Morricone. Altro punto fermo è stata per la cantante il non lasciarsi catturare dal successo e farsi portare lontano dai luoghi e dagli affetti di tutti i giorni. Da questo deriva la scelta di abitare a Livorno “per ricordarmi sempre da dove vengo”. Close to you, Karima.

Comments on Facebook

Comments are closed.