Al Teatro Quirinetta le atmosfere surreali di #Fink

Ed Sheeran @Mediolanum Forum – Assago (Mi)
30 Gennaio 2015
Tornare bambini si può: il segreto? Una fata di nome Cristina
31 Gennaio 2015

Al Teatro Quirinetta le atmosfere surreali di #Fink

IMG_8366

Un’atmosfera quasi irreale quella del 28 Gennaio al Teatro Quirinetta. Fink, pseudonimo di Fin Greenall, torna a Roma per presentare “Hard Believer”, uscito la scorsa estate per l’etichetta fondata dallo stesso Greenall in collaborazione con la Ninja Tune, la label indipendente inglese che lo ha accompagnato fin dagli esordi dance.

Un artista poliedrico e schivo, immerso in un’aurea di fumo e luci che ne lascia intravedere solo la figura, la voce calda ed elegante che fa da contraltare ad un tappeto sonoro altrettanto ricco.

Un genere difficile da definirsi, quello dal britannico Fink, nato come dj e compositore nell’ambito della musica elettronica  per la prestigiosa etichetta Ninja Tune, la quale ben presto si accorge delle capacità canore dell’artista e lo esorta a produrre un album di sonorità più indie rock. Ed è così che nasce una stella.

Fink ha qualcosa da dire, i testi dei brani sono sintetici e arrivano dritti come lame, insistendo su parole particolarmente musicali che diventano pretesto per innescare parti strumentali fortemente evocative. Un’esperienza quasi mistica, merito anche di una tecnica particolarissima che vede l’utilizzo di una chitarra di tipo spagnolo, suonata con le sole dita, accompagnata da ricchi arrangiamenti che mischiano elettronica a strumenti tradizionali del post rock: batteria, archi, campionature elettroniche e vocali.

Fink è accompagnato da Guy Whittaker (basso) e Tim Thornton (batteria, chitarra), coautori, tra l’altro, dell’album “Hard Believer”.

IMG_8361
Molto interessante anche l’apertura di Douglas Dare, giovanissimo cantautore inglese, il cui stile ricorda vagamente dei giovanissimi Anthony and the Johnsons.

Qui la tracklist della serata:

Comments on Facebook
Alice Ungaro
Alice Ungaro
Gravita nel mondo dello spettacolo e dell’audiovisivo sin da piccola, manifestando capacità organizzative e di leadership che la conducono velocemente dall’altro lato della camera. Fermamente convinta che lavorare con passione sia l’unico modo di lavorare, ha fatto dei suoi interessi il suo “core business” specializzandosi nell’organizzazione eventi e nella comunicazione.

Comments are closed.