Carmen Consoli: “Vi racconto una storia; anzi, più di una”. Domani in uscita il nuovo album.

#Sanremo2015: “Scusi, Ha un pianoforte?” Giovanni Caccamo bussa alle porte degli italiani, ecco perché!
19 Gennaio 2015
Giovanni Allevi al Grande Ritorno Discografico, In Uscita Oggi il Nuovo Album “LOVE”
20 Gennaio 2015

Carmen Consoli: “Vi racconto una storia; anzi, più di una”. Domani in uscita il nuovo album.

Si potrebbe dire che, oltre ad essere una Cantantessa, come è stata soprannominata dai suoi fan siciliani, Carmen Consoli sia anche una cantastorie, una poetessa caparba e perspicace, attenta e curiosa; ma soprattutto sincera. Perché per lei, pronta ad uscire con il suo nuovissimo disco “L’ abitudine di Tornare”, sono stati cinque anni di assenza dalle scene ricchi di momenti di quotidianità, fatti di semplicità, di momenti di vita quotidiana, di lavoro nella sua casa discografica di recente apertura, vissuti nella sua terra, la Sicilia, in cui, ci dice, “tutto può succedere”. “L’abitudine di Tornare” non segna svolte artistiche di sorta, non vede cambiamenti stilistici o avanguardie di alcun tipo; eppure, con la sua inconfondibile voce e con il suo modo unico di fare musica, mette più di un puntino sulle “i”. Non racconta fatti accaduti a lei in prima persona: leggendo i testi, si ha come l’impressione che quei fatti, quelle sensazioni e quelle immagini siano state vissute in prima persona.cover consoli

Eppure, Carmen risponde così: “Di autobiografico c’è moltissimo, ma c’è anche molta realtà filtrata. Avendo vissuto di più fra la gente, in questi anni, ho fatto parte di molte realtà diverse; esperienze che poi racconto nel disco così come le sentite”. Realtà filtrate, verità lontane dal suo vissuto, che ha deciso di raccontare non solo a parole, bensì anche con la musica, laddove i testi non riuscissero a rendere abbastanza intenso il racconto. Tra i brani, merita attenzioni Ottobre, che narra le vicende di due ragazze siciliane che durante la vendemmia, scoprono di amarsi e Carmen ci dice: “Penso di aver scritto una canzone sull’amore, quello con la A maiuscola; non c’è distinzione, perché l’amore è amore, la perversione è un’altra cosa”. Questo il suo pensiero discreto, concreto e delicato, che non vuole aprire dibattiti. D’altronde, come dice la stessa Carmen, l’argomento dell’omosessualità non deve essere affrontato come una problematica, come una questione su cui dibattere: “In Italia, in questo senso, di strada dobbiamo ancora farne”, per citare parole sue. Un disco che, di primo acchito, metterebbe in cattiva luce il mondo maschile, leggendo i testi di L’abitudine di Tornare, Sintonia Imperfetta e La Signora Del Quinto Piano. E anche qui, Carmen sottolinea quanto la violenza non abbia sesso, e quanto sia tutto molto trasversale. Non prende posizioni nette laddove non ne sente la necessità, e con garbo e capacità molto rare, riesce a farci capire quanto prenda sul serio il suo lavoro di cantante, ma soprattutto quanta passione ci metta in quello che fa. Il disco, in uscita martedì 20 gennaio in tutti gli Store e Digital Store, ha avuto un periodo di gestazione breve, considerando che la fase di scrittura è avvenuta tra luglio ed agosto 2014, ecco cosa ci dice a riguardo:  “Penso che ho vissuto cinque anni in cui ho, per l’appunto, Vissuto. Se non avessi avuto nulla di cui scrivere, mi sarei tranquillamente ritirata dalle scene musicali”. Noi di Four Magazine vi diamo un consiglio: correte in qualche negozio di dischi, procuratevi una copia del nuovo disco di Carmen Consoli, tornate a casa, magari in una di queste giornate uggiose meneghine, preparatevi un bel caffé o una tazza di buon tè, e mettete in riproduzione questo disco, non ve ne pentirete!

Carmen Consoli_05-0800_MID

 

Comments on Facebook
Gabriele Palella
Gabriele Palella
Milanese, giovane ma già competente in quella che è la sua più grande passione: la musica. Milano. Lavora, compone e produce brani, scrive e partecipa a numerosi e diversi eventi a Milano e dintorni. Di sé dice: "credo in quello che faccio, spinto dalla bellezza e dalla forza della musica che unisce, crea, intrattiene ma, soprattutto, insegna. Io ci credo a questa forza...e voi, in cosa credete?"

Comments are closed.