MARRACASH TORNA CON STATUS: HO CAPITO CHI VOGLIO ESSERE NELLA MUSICA

Perché in fondo “EVERYDAY IS GONNA BE THE DAY” LUCA SAPIO ai microfoni di Fourzine
14 Gennaio 2015
X FACTOR 2014: CHI DOVEVA ESSERCI AL POSTO DI FEDEZ?
16 Gennaio 2015

MARRACASH TORNA CON STATUS: HO CAPITO CHI VOGLIO ESSERE NELLA MUSICA

Dopo tre anni dall’uscita del suo ultimo disco King del Rap, torna in grande stile Marracash e presenta il nuovo album Status (Universal Music), negli store dal 20 gennaio. L’ultima fatica del rapper milanese è frutto di un intenso periodo trascorso tra Londra e Los Angeles per nuovi incontri e nuove sperimentazioni musicali: basti sapere che l’album è mixato da Anthony Kilhoffer, braccio destro di Kanye West.

“Io non faccio musica per rispettare dei calendari – dice Marracash – Questi tre anni sono serviti per accumulare un bagaglio di esperienze utili e le esperienze vissute rendono una canzone rap veramente forte”. “L’America poi è tutto un altro mondo – aggiunge – È più facile fare musica e sono più professionali”. Status viene presentato come l’album della raggiunta maturità e Marracash lo conferma: “È un disco solido, molto denso di testo e parla di me. Mi son chiesto: che senso c’è a fare hip hop oggi? Il disco è la risposta. Ho capito chi voglio essere nella musica”. Marracash fa una distinzione fra rapper della generazione X e quelli della generazione Y: “La generazione Y che domina le classifiche con le rime ha capito meglio di chiunque altro come sfruttare il mezzo web e la sua mentalità; Tanti like, tante views, tante foto su Instagram e la musica poi in qualche modo farà il resto. La generazione X (quella di Marracash per intenderci) non ha mai ragionato in questo modo strategico…” “Ho rifiutato di fare il giudice a X Factor – racconta Marracash – me l’han proposto qualche anno fa e l’han proposto un po’ a tutti. Ma io non voglio finire nel calderone”. “L’hip hop deve educare i giovani ad essere ribelli – continua Marracash – Dai giovani ci si aspetta una rottura col passato”. Status è anche l’album delle collaborazioni artistiche fra le quali spicca quella con Tiziano Ferro: “Questa è un’intesa artistica nata già dai tempi di King del Rap che Tiziano aveva definito come il disco dell’anno. Volevamo fare una bella canzone e penso che ci siamo riusciti. È una canzona profonda destinata a rimanere nel tempo”. La pubblicazione di Status viene anticipata dall’uscita in radio di In Radio, gioco di parole voluto da Marracash: “La radio rimane lo spartiacque per un cantante. Il web è una buona rampa di lancio, ma poi l’obiettivo è raggiungere i canali tradizionali come radio e tv”. Insomma Fabio Rizzo in arte Marracash ha le idee ben chiare e i piedi piantati per terra. Il 2015 potrebbe essere l’anno della consacrazione per lui e Status potrebbe essere l’album giusto per entrare nell’olimpo dei rapper italiani…sempre che non lo sia già.

Comments on Facebook

Comments are closed.