MADH, MARIO ED ILARIA: I FINALISTI DI X-FACTOR SI RACCONTANO

#XF8: Il vincitore LORENZO FRAGOLA ci racconta qual è stata la sua arma vincente!
13 Dicembre 2014
Sanremo 2015: Carlo Conti presenta il cast dei Campioni, mix fra trash,talent e vecchie guardie.
15 Dicembre 2014

MADH, MARIO ED ILARIA: I FINALISTI DI X-FACTOR SI RACCONTANO

Foto madh mario ilariaQuesta edizione di X-Factor è stata senza dubbio il fenomeno mediatico dell’anno, forse grazie ai giudici, forse grazie agli artisti che si sono alternati e scontrati nelle gare, X-Factor si riafferma come il Talent dei Talent. Abbiamo incontrato e intervistato per voi Madh, Mario ed Ilaria.

A: Madh, può averti penalizzato il fatto di aver cantato in inglese?

Madh: io pensavo di si, è pensavo che non sarei mai arrivato in finale, non mi aspettavo questo secondo posto, il merito va a tutti quelli che hanno creduto in me primo fra tutti Fedez, che è stato il miglior giudice che potessi desiderare.

A: X-factor è stato un enorme cambiamento per voi, raccontateci una vostra giornata tipo prima che cominciasse il sogno

Madh: io mi sono diplomato da secchione, poi sono partito subito dopo il diploma per cercare lavoro e fare un’esperienza all’estero, ho sentito subito il bisogno di tornare quando ho deciso di fare il provino per X-Factor, avevo capito che dovevo mettere da parte tutto per la musica

Mario: io ho fatto moltissimi lavori, mi sono arrangiato tanto negli anni, sia con la musica che non (Mario ha cantato con un suo trio per più di un anno: triometà n.d.r.), ho fatto anche lavori umili ma la musica è sempre rimasta una compagna fedele, non avrei mai immaginato di arrivare fino a qui.

Ilaria: io sono tutt’ora studentessa e prima di entrare ad X-Factor semplicemente frequentavo le lezioni (Liceo Linguistico n.d.r.), ma sentivo che la realtà che vivevo mi stava stretta e nella mia stanza con la musica immaginavo di poter cantare e condividere le mie parole con le persone, grazie ad X-Factor ho intrapreso un cammino importante, una strada che non abbandonerò.

A: Cosa la televisione ha cambiato del vostro percorso artistico?

Mario: sicuramente i giudici ci hanno dato delle indicazioni, ma in generale la produzione ha lavorato perché noi rimanessimo noi stessi sempre, da esterni si è portati a pensare che ci siano direzioni immutabili, che le cose siano tutte preparate, in realtà tutto quello che si è visto era reale al 100%, nessuno ci ha obbligati a percorrere un cammino che non avessimo noi in primis scelto.

Madh: condivido quello che ha detto Mario e ringrazio tutti coloro che hanno lavorato agli spettacoli, perché nonostante i tempi fossero molto stretti e il lavoro pesante e infinitamente stressante ognuno di noi ha mantenuto la propria individualità in ogni singolo aspetto, il pubblico ha avuto l’occasione di conoscerci per quello che siamo, sia come persone che come artisti.

A: Qual è stata la critica che più vi ha colpito durante il percorso ad X-Factor?

Madh: durante i casting qualcuno mi ha detto che stavo imitando altri artisti, questa frase mi ha colpito moltissimo perché per me è molto importante esprimere ciò che sono, quindi l’accusa di copiare o imitare altri l’ho sentita nel vivo, spero di aver dimostrato che non è così e che il mio lavoro è autentico.

Ilaria: ai bootcamp Mika e Victoria mi hanno detto che non riuscivano ad “inquadrarmi”, io l’ho vissuta molto come una critica perché prima di entrare ad X-Factor sapevo qual era il mio obbiettivo ma non sapevo come raggiungerlo e mi sentivo molto incerta sul percorso da seguire, grazie al programma e a Victoria sono felicissima di dire di aver trovato il mio indirizzo artistico.

E quali sono gli obiettivi da raggiungere post X Factor?? Guardate qui cosa ci rispondono:

Comments on Facebook

Comments are closed.