The Drop #TFF32

La teoria del tutto #TFF32
28 Novembre 2014
En Chance Til/ A Second Chance #TFF32
28 Novembre 2014

The Drop #TFF32

Chi è senza peccato? Questa è la domanda sottile che aleggia intorno ai toni, ai dialoghi e sopra le teste dei protagonisti, in maniera silenziosa e nascosta nel film “The Drop”.
Tom Hardy è un giovane che lavora come barista nel pub del compianto James Gandolfini, un ragazzo solitario che svolge qualche piccolo affare  illegale, fin quando non si imbatte nella mafia cecena a causa del cugino Marv (Gandolfini), a complicare il tutto c’e una ragazza (c’e sempre una ragazza), Naomi Rapace con la quale instaurerà un rapporto di complicità.
Tratto da un racconto di Denis Lehane (Mystic River) e diretto da Michael R. Roskam, “The Drop” è un noir metropolitano scandito da ritmi morbidi volti alla conoscenza dei personaggi e il loro risvolto, il regista ci accompagna piacevolmente a conoscerli da vicino e farci scoprire chi sono, cosa nascondono e qual’è il loro passato, perché tutti noi ne abbiamo uno. Un uomo solo che combatte alcuni determinati atteggiamenti e soprusi, un uomo tenero che si dedica ad un cane come se fosse un figlio e che va in chiesa pur non praticando la comunione, ma cosa nasconde quest’uomo, chi è? La bravura è tutta li, nel percepire un personaggio e svelarlo piano piano durante l’accrescere della narrazione fino al momento di svolta, come ci mostra Roskam, candidato belga premio oscar come miglior film straniero nel 2011.
Un cast di attori amalgamato, con la ultimissima performance di Gandolfini prima della scomparsa a fare da comprimario all’inglese Tom Hardy che oramai non deve più convincere nessuno della sua bravura.

Comments on Facebook

Comments are closed.