ALL OUT: siete pronti a tutto?

Sospeso lo spettacolo di Emma Dante #Romaeuropa2014
21 novembre 2014
FOUR Magazine incontra Hou Hanru, Direttore Artistico del MAXXI
22 novembre 2014

ALL OUT: siete pronti a tutto?

allout2Ualloutno spettacolo di John Rester Zodrow per la regia di Laura Tanzi e Demetrio Triglia è in scena al teatro Caboto di Milano fino al 30 Novembre. A due passi da viale Washington, il teatro Caboto è un posticino davvero intimo e un po’ retrò, sembra di essere in una Milano diversa, passata. Lo spettacolo tuttavia ci riporta al presente, un programma televisivo americano a premi che mette alla prova i cinque partecipanti con prove sempre più umilianti o dolorose perché si escludano a vicenda allo scopo di vincere un premio in denaro. All’apertura del sipario una scena nella scena, i primi personaggi sistemano lo studio televisivo per la messa in onda e nel giro di qualche minuto il presentatore chiama i fortunati cinque partecipanti tra il pubblico, questi devono raccontare qualcosa di falso che li caratterizzi come disperati, come i più meritevoli di vincere perché più miserabili e disgraziati degli altri; anche se già dal primo personaggio tutto si rivela tragicamente vero. Un viaggio nelle meschinità umane, anche nelle nostre, sì, quelle del pubblico che applaude perché così gli è stato detto di fare, nelle scene meno piacevoli, forse anche umilianti. L’interpretazione è cariata da qualche imprecisione tipica della prima, piccole incertezze ma niente che pregiudichi la godibilità dello spettacolo che risulta divertente e fresco nelle scene più divertenti e fa riflettere durante i monologhi e i momenti drammatici delle “prove”. I tempi sono veloci e i cambi emozionali repentini, nel senso che si passa in fretta da emozioni positive ad emozioni negative ed è proprio per questo che vale la pena passare una serata in compagnia del gruppo di teatro Lyra.

Perché andare a vedere ALL OUT al Caboto: non una prova interpretativa magistrale, ma uno spettacolo piacevole che serve a farci riflettere su quanto la morbosità del guardare e applaudire le disgrazie altrui sia costume diffuso e in qualche modo “normale”. Andate a mente aperta per ridere ed inorridire, divertirvi e ancora una volta riflettere.

TIPS: la zona non  è servitissima da mezzi di superficie. Non è facile trovare qualcosa da mangiare al volo, in zona, quindi cenate prima dello spettacolo!

per tutte le info:

  • www.teatrocaboto.it
  • www.lyrateatro.it
  • facebook.com/lyrateatro

allout

allout

allout

Comments on Facebook

Comments are closed.