La “Terrazza” di Civita si affaccia tra le novità editoriali

Grand Prix su CharityStars
2 Ottobre 2014
Al Teatro dell’Orologio sta per scoccare l’ora del debutto, stagione ricca di novità
2 Ottobre 2014

La “Terrazza” di Civita si affaccia tra le novità editoriali

QUADRIENNALE_TERRAZZA_Copertina_libro-e1411464903951Civita e Quadriennale di Roma hanno presentato, a fine settembre, nella capitale il volume “Terrazza, artisti, storie, luoghi in Italia negli anni zero“, edito da Marsilio. Un’indagine di 500 pagine, con 500 illustrazioni a colori. Una pennellata sul panorama italiano dell’arte contemporanea, in una doppia edizione italiano-inglese. Il lavoro è curato da Laura Barreca, Andrea Lissoni, Luca Lo Pinto, Costanza Paissan, quattro figure del settore, di nuova generazione che, per formazione ed esperienza professionale, hanno contatto assiduo con le emergenze artistiche in ambiti istituzionali e in circuiti indipendenti. Presentato nella splendida cornice di piazza Venezia, dov’è la sede di Civita(.it), la proposta raccoglie due anni di confronto e raccolta. Il primo atlante della giovane arte in Italia dopo il Duemila: le realtà culturali più dinamiche e gli artisti emergenti. Una miniera d’informazioni e d’immagini, per provare a capire dove sta andando la nostra arte. La prima sezione “Storie, luoghi” una carrellata in ordine cronologico di oltre 150 realtà tra accademie, università, studi d’artista, archivi, artist run space, collettivi, associazioni, spazi non profit, borse e premi, case editrici, festival, fondazioni, gallerie, progetti d’arte pubblica, residenze, riviste e blog, mostre collettive, musei che, secondo gli autori hanno segnato un cambiamento di passo nel modo di produrre, creare, offrire arte. La seconda sezione restringe lo sguardo su 60 artisti che, pur nella loro  individualità, sono apparsi, per continuità e qualità di proposte, emblematici di nuove inclinazioni.

Chi sono i curatori di “Terrazza”? Laura Barreca è storico dell’arte, vive a Palermo ed è dal 2014 direttore del Museo Civico di Castelbuono, Luca Lo Pinto, lavora tra Vienna e Roma, curatore alla Kunsthalle di Vienna, Andrea Lissoni ha insegnato dal 2001 al 2013 presso l’Accademia di Brera e dal 2007 presso l’Università Bocconi, Costanza Paissan, dottore di ricerca in storia dell’arte contemporanea, dal 2008 al 2011 è stata curatrice del Macro di Roma.

Creare conoscenza intorno alla produzione artistica – ha detto il Presidente di Civita Gianni Letta – non significa solo produrre cultura, bensì generare nel pubblico la capacità di vedere quel che accade, di percepire il valore della creatività, di dare il senso di una civiltà viva. Ecco una prima ragione che ha spinto l’Associazione Civita a partecipare a questa produzione insieme alla Fondazione Quadriennale di Roma”.

E, dopo Roma la prossima tappa sarà Milano.  Appuntamento a martedì 21 ottobre 2014 alle ore 18 alle Gallerie d’Italia Piazza Scala, Salone Mattioli, in Piazza della Scala 6.  Interviene Gianluigi Ricuperati in dialogo con gli autori del volume.

Comments on Facebook

Comments are closed.