Seconda NON SOPRAVVIVENZA

#Venezia71 Bird…cast
28 Agosto 2014
Premio Equilibrio Roma per la danza contemporanea 2015, aperte le selezioni
28 Agosto 2014

La compassione è l’estrema torturatrice della comprensione…e non hai tempo per un corso in psicologia, sempre che poi possa realmente servirti a qualcosa…e, se ti impegni come sto facendo, se segui le istruzioni che ti lascio intravedere ma che sai al mio pari, espellerai le tentazioni che continuamente riaprono questa ferita, che ci ostiniamo a chiudere con incendiari disinfettanti…infettati…finalmente quella stupefacente e fenìcea coagulazione…cicatrici, non di pallido rosa, non di semplice ricordo…solchi veri sul mio volto, per recidere corde che non torneranno…non più…amerai i segni…inserirli unicamente nelle tue avventure astemie di sofferenza non è contemplato…così leggerai solo le parole di un pazzo, visionario a piacere…non posso assicurarti di niente…e potrebbe servirti probabilmente più tempo, per alzarti e ascoltare completamente i brontolii di una carcassa, per maturare una completa indifferenza a ciò che si muove tra i tuoi denti a rischio buchi neri e sorriso ributtante…stasera è il termine, da domani comincerò a disintossicarmi da veleni microingegneristici e desideri di una costretta guardia…male, male tremendo, 14 giorni di iniziale inebriamento, dipendenza glucidica e finale assuefazione…bilancia che colpirà l’orgoglio estetico racchiuso fin dalle Barbie ed agli eroi teen ager patinati e onniscienti…muscoli dimenticati, fiato uscito da epoche leggendarie…non ti riconosci…non un rantolio dopo chilometri sfuggenti, non un giorno privo di scossa addominale…adesso invece non vuoi uscire…scontroso, eviti ragazze e amici, abituati a un individuo che ripudi disgustato…patetica macchia…il fisico, la sicurezza…puro allestimento scenico per alimentare ulteriori affari, ulteriori branchi di distratti idioti…un respiro sano è tramite, simbiosi con una mente completamente sveglia…Narciso è solo un ammonimento per uno stagno a cui tutti ci pieghiamo, in un modo o nell’altro…tutti…

spesso nelle favolette per bimbi, alias cretini, versione sterilizzata di arcaici miti, chi rimane esamine è un noi sbilanciato, a senso unico…una bestia…i genitori che mandarono alla morte i figli, grazie alla stolta furbizia con cui ripagarono il pifferaio magico…l’ingenuità di due porcellini…Biancaneve e la bella generosità con gli estranei…Alice e un’allucinogena storia dimenticata…Medea e la sua gelosia assassina, il Pelide e l’arroganza che lo portò alla gloriosa fine, Mida e la bramosia di potere…il cadavere più ricco dell’antichità, Patroclo e l’avventatezza che scatenò innumerevoli lutti, Icaro e l’impazienza nemica della cera…se avendo pochi anni potevamo capire, gli adulti che abbiamo imparato ad essere interpretano con vocabolari anoressici, e, nel calcolo, una radicale estirpazione è ad apparente rischio zero, rispetto a una cella di internamento o a un loculo con corredo di fiori appassiti…esistono filosofie dottrine tecniche stili saggezze popolari corsi facoltà credi, esiste una vibrazione di carne per cui il tuo incorporeo non scende a compromessi…quello che da domani dovrò riconquistare con composizioni di sudore e cene a lume di diete vegetali e atmosfera proteica…ma non è detto…se lo scontro non sarà frontale, ritorneremo…se il risultato sarà una riparazione, un ristabilimento…tanto per avere sentore di spalle più grandi…se la logica non cambierà…racconterete semplicemente di una stupida foga…e continuerete a piangere per una dualità ancora vergine, con modelli impostati e automatiche sensibilizzazioni, tra stilizzazioni di frutta luccicante e ricalchi di meccanismi motori, continuamente sganciati sulle nostre teste…rifiutando l’unica dimensione che grazie a costanti spinte centrifughe sembra avere senso, libererai la sorella ormai rassegnata al buio…sarà l’unica cosa che ti tratterrà dallo scivolare sotto il fritto e saporito lardo di gratuite autolesioni…

Comments on Facebook
Enrico Gandolfi
Enrico Gandolfi
Enrico Gandolfi generalmente esperisce in forma sfusa ma, quando osa concentrarsi, scrive, pontifica, analizza. Oggetto dei suoi voli radicati arte, videogiochi, cultura e dis-società, egemonie, ludus e non eventuali. E’ persino dottore di ricerca in Sociologia, giusto per dare un inquadramento serio e serioso al suo profilo e per giustificare la sua tendenza a scarnificare l’anima collettiva. Il resto della storia, comunque, è anche affar vostro.

Comments are closed.