Ricordando Robin WIlliams

“Gala con le stelle dello Stuttgart Ballet” ad Invito alla Danza 2014
12 Agosto 2014
Daniele Vicari incontra Four Magazine #PesaroFF50
13 Agosto 2014

Lo sguardo triste dei suoi occhi azzurri e il sorriso sul viso rassicurante di un uomo buono, sono i tratti che immediatamente tornano alla mente di un altro grande attore che se ne va, apparentemente senza motivo.
Robin Williams è stato tante persone, tanti amici nel percorso dei milioni di spettatori che da Mork & Mindy in poi ne hanno seguito la carriera: ci sono stati diversi ruoli prima, ma Good Morning, Vietnam, L’Attimo Fuggente, Hook – Capitan Uncino, Mrs. Doubtfire e Jumanji sono i film che l’hanno fatto amare da grandi e bambini fra gli anni ’80 e ’90, per continuare con Will Hunting – Genio Ribelle, Patch Adams e L’Uomo Bicentenario. Malgrado sia stato interprete anche di ruoli da antagonista, come in Insomnia o in One Hour Photo, Robin Williams nell’immaginario collettivo rimane il personaggio gentile e rassicurante, la guida, il maestro che sa condurre i suoi discepoli sulla via della crescita personale nel rispetto di un sentimento comune di umanità.
Ma gli occhi non mentono, e il velo di tristezza che era sempre presente nei suoi parlava di una vita in qualche modo tormentata, dai problemi di dipendenza da alcool e cocaina alla travagliata vita sentimentale, per arrivare ai problemi cardiaci che nel 2009 lo portarono alla sostituzione della valvola aortica.
Speculare sulle ragioni di questa morte improvvisa non è di nostra competenza e non ci interessa. Ci dispiace sapere che un altro tassello della storia del cinema continuerà a vivere solo nelle pellicole di cui è stato protagonista. Ma forse in fondo è proprio questa la vera immortalità.

Comments on Facebook
Roberto Semprebene
Roberto Semprebene
Appassionato di Cinema e Videogiochi, ha fatto delle sue passioni il proprio lavoro. Ci tiene tantissimo a precisare di essere nato in un giorno palindromo, cosa che probabilmente affascina e stupisce solo lui!

Comments are closed.