Il Cantico di Pietra – Primo morto su branda azzurra

La strategia dei cattivi di Scooby-Doo
7 Agosto 2014
John Canemaker, un premio Oscar incontra Four Magazine #PesaroFF50
7 Agosto 2014

(2006-2007) ANONIMO

Il soggetto, emblema contorto del moderno naufrago, è colto nella contemplazione del riflesso (apparentemente sulla superficie di uno sporco e innevato vetro, ma è ancora argomento di prolifica discussione) del profondo buio interiore, coltivato in terrazze nascoste, di grottesca fantasia. Da notare la schiena ricurva e i muscoli incisi su una pelle innaturalmente tirata, probabile richiamo a un rigor mortis di pura impronta spirituale. Lo sguardo rivela l’inquietudine dell’io privo di approdi esistenziali, spogliato di appaganti certezze e in balia di verità e desideri continuamente inafferrabili. La deriva è sancita dall’uso tenue dell’azzurro, a sottolineare l’inconsistenza umana, e dal nebuloso ego specchiato, dai contorni poco definiti e immersi nello spaventoso niente che avvolge lo stesso spettatore\protagonista. Si può ragionevolmente affermare che la precedente introduzione sia un insulto alla vostra intelligenza.

Comments on Facebook
Enrico Gandolfi
Enrico Gandolfi
Enrico Gandolfi generalmente esperisce in forma sfusa ma, quando osa concentrarsi, scrive, pontifica, analizza. Oggetto dei suoi voli radicati arte, videogiochi, cultura e dis-società, egemonie, ludus e non eventuali. E’ persino dottore di ricerca in Sociologia, giusto per dare un inquadramento serio e serioso al suo profilo e per giustificare la sua tendenza a scarnificare l’anima collettiva. Il resto della storia, comunque, è anche affar vostro.

Comments are closed.