Milky Chance, il duo tedesco conquista la cavea romana.

James Blunt atterra all’Auditorium di Roma
23 Luglio 2014
Rezophonic, recensione di R3zophonic e intervista a Mario Riso
4 Agosto 2014

Milky Chance, il duo tedesco conquista la cavea romana.

Dopo aver annullato il concerto del 21 maggio per la raucedine di Clemens Rehbein, il duo rivelazione dei Milky Chance, Disco d’oro in Italia con il singolo “Stolen Dance”, recupera finalmente la data capitolina con l’esibizione  alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica.

Loro si chiamano Clemens Rebhein e Philip Dausch e formano il duo Milky Chance, di Kassel. Sconosciuti al grande pubblico, un anno fa scelgono di fare quello che tanti artisti giovani fanno ovvero mettere le loro cose in rete. Il successo è immediato, soprattutto per un brano, quella “Stolen dance” che trovate qui sopra e che ormai ha raggiunto, sommando tutti i click, i tre milioni abbondanti di visualizzazione.

Melodia orecchiabili, ritmica e strumentazione essenziale, canzone che entra in testa in due secondi: gli ingredienti giusti per il successo. Il brano fra l’altro fa parte del loro primo album autoprodotto, “Sadnecessary“, che dovrebbe fare da preludio, almeno questa è la loro intenzione, ad un tour europeo con le loro canzoni. Che sono tutte molto belle, almeno a sentire il loro lavoro, che si trova interamente in rete sul loro canale youtube.

4302.0.29799911-k0cH-U430201327649593M2C-1224x916@Corriere-Web-Roma

I NUMERI DI STOLEN DANCE – Il loro singolo, “Stolen Dance”, miglior singolo dell’anno in Germania, è su ITunes nella top 10 di vendite in Europa, il video ha avuto oltre 51 milioni di visualizzazioni e la canzone è trasmessa in continuazione da tutte le maggiori radio italiane. Clemens e Philip, che compongono il duo partito da Kassel, è riuscito a trovare la giusta chimica mettendo insieme il folk-pop di stampo anglofono con il reggae. Il loro è stato un inizio in totale autonomia, sfruttando al massimo le potenzialità della Rete, ma con il passaparola la diffusione del loro pezzo è presto diventata a macchia d’olio.

“Stolen Dance” anticipa perfettamente quelle che sono le atmosfere dell’album “Sadnecessary”, con brani dal piglio dance mai invasivo e melodie cantabilissime, nei quali diventa subito riconoscibile la voce di Clemens, un po’ per il suo timbro personale e un po’ per la sua vena trasognata. Bentornato Pop di qualità.

 

Comments on Facebook
Valentino Cuzzeri
Valentino Cuzzeri
Appassionato delle potenzialità dei nuovi media e la loro scientifica misurabilità, intraprende una carriera accademica incentrata sul Digital World. Fermamente convinto che il web rappresenti la nuova frontiera nell’ambito della comunicazione e dei Brand, inizia la propria esperienza lavorativa collaborando come consulente con alcune delle più grandi agenzie di comunicazione e marketing non convenzionale.

Comments are closed.