Risate a catinelle nel nuovo cartellone del Sala Umberto

Milano Fashion Week
23 Giugno 2014
White Milano 2014
23 Giugno 2014

A pochi passi dal Parlamento è divenuto un ritrovo speciale la Sala Umberto, che, nella prossima stagione vede tanti titoli divertenti ma pure profonde riflessioni sulla vita, sul senso del vivere, i fallimenti e gli umori che accompagnano le giornate al tempo della “crisi”.  Il direttore Alessandro Longobardi ha lavorato molto bene ciò nonostante – dicono “siamo un soggetto che sostiene la Cultura e lo Stato, anziché essere sostenuto dallo Stato per la Cultura”. La presentazione del nuovo programma vede un tono d’amarezza con una nota che non lascia dubbi: “vogliamo ringraziare gli Enti locali e il Mibact che non ci hanno ancora preso in considerazione e pertanto non costiamo nulla alla Comunità”. Quali titoli ha partorito Longobardi? Si inizia con “Strimpelli e Vinile” il 9 settembre prossimo, scritto e diretto da Attilio Fontana ed Emiliano Reggente. Un viaggio poetico tra musica e divertimento, con gag e stravaganti pupazzi che richiamano i “Muppet”.

Dal 23 settembre Chiara Noschese, oramai autrice di successo Rai, va in scena insieme ad Emanuela Grimalda e Patrick Rossi Gastaldi che firma pure la regia. Un testo di estremo umorismo (quasi nero). Sembrerebbero personaggi di Cechov ed invece non lo sono. Nevrosi ed assurdità per un narrato che ha ricevuto il Tony Award quale miglior commedia del 2013 con Sigourney Weaver.

Dal 7 ottobre Pino Insegno e Roberto Ciufoli (la parte maschile della Premiata Ditta) offre il “Viaggio nel Varietà dalla Rivista all’Avanspettacolo” con la partecipazione della Peresempioband. Monologhi con sketch in un fuoco di fila di personaggi esilaranti. Dal 21 ottobre Corrado Tedeschi ed Ettore Bassi nella “Trappola mortale” creata dall’avidità di un uomo senza scrupoli.

Dall’11 novembre la bellezza e la bravura indiscussi di Giuliana De Sio (ammirata quest’inverno in “Ci vediamo a casa” con Primo Reggiani e Vaporidis). Ripropone e sicuramente con successo “Notturno di donna con ospiti” dell’ indimenticato Annibale Ruccello, morto troppo presto alle scene. E poi ancora Gianluca Ramazzotti ed Antonio Catania (dal 2 dicembre), Enrico Guarneri con “Gatta ci cova” (dal 16 dicembre), Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi (dal 26 dicembre) ne “I suoceri albanesi”, Dario Ballantini (dal 20 gennaio) con un omaggio originalissimo all’amico Lucio Dalla in “Da Balla a Dalla”, nel quale tra un brano e l’altro scorrono decine di foto tratte dai disegni di Ballantini (il volto comico di “Striscia la Notizia”); “Forbici e Follia” (dal 27 gennaio) vedrà nuovamente Ciufoli però con Max Pisu e Michela Andreozzi. Mentre dal 17 febbraio il bravo Max Paiella con la band The Rabbits interpreta “Il Tonto di Montecristo”, tutta da ridere. Edmond Dantes è un uomo onesto ma schiacciato dall’invidia e dalla stupidità di chi ha intorno, impara così l’arte del trasformismo.

Dal 3 marzo la Sala Umberto parla partenopeo con Paolo Caiazzo che debutta ufficialmente nella capitale dopo il grande successo napoletano. Ai romani presenta “Benvenuti in casa Esposito” con Mimmo Esposito e Nunzia Schiano, bravissima attrice di “Benvenuti al Sud” e poi il sequel “Al Nord” (2012). La regia è di Alessandro Siani e vede protagonista un Caiazzo che aspira a fare il “delinquente” con scarsi risultati. E poi ancora Sergio Assisi, Bianca Guaccero in “Oggi Sto da Dio” (dal 17 marzo), “Sarto per Signora” con Emilio Solfrizzi, “Alla Stessa ora il prossimo anno” prodotto da Enzo Sanny che nella scorsa stagione indovinò l’ottimo “Tres”.

A chiudere in primavera saranno Paolo Triestino e Nicola Pistoia in “Scacco Pazzo” per la regia di Vittorio Franceschi. Triestino, dopo la conferenza stampa è scappato a sant’Agata dei Goti per girare un film che vedremo prossimamente. Una bella stagione per lui e Pistoia impegnati tra l’altro anche al Teatro della Speranza di san Miniato (Pisa) in “Terrae Finis” dove saranno ospiti dal 17 al 23 luglio.

Comments on Facebook

Comments are closed.