Game Over: la personale di Stefano Gentile al White Noise di Roma

Pitbull, Jennifer Lopez e la protesta aprono #Brasile2014
13 Giugno 2014
Michele Bravi presenta A Piccoli Passi
13 Giugno 2014

Dal 12 giugno al 31 luglio la galleria d’arte White Noise di via dei Marsi 20/22, a Roma in zona S. Lorenzo, ospita “Game Over”, una mostra personale di Stefano Gentile, artista di una corrente che lui stesso definisce “nerd art”.Stefano Gentile Nerd Art logo

Gentile rielabora i momenti di maggiore crisi e drammaticità dell’ultimo secolo e si focalizza con particolare attenzione su guerre e dittature, adattandone le immagini emblematiche in chiave nerd.

È così che ci troviamo di fronte, in ordine sparso: una statua equestre di Mussolini su un minipony, con la celebre frase “vola, mio minipony” tradotta in latino e scritta in caratteri littori, oppure manifesti stalinisti con gli alieni di Space Invaders, per non parlare dell’avanzata dei carri armati di Risiko su piazza Tienanmen o Hitler in versione “pirata pop pop”.

Nel contesto del White Noise la mostra si articola su tre livelli, con venti tele dipinte con colori acrilici e diverse installazioni, ospitate principalmente nel sotterraneo della galleria.

Lo stile di Gentile è di grande efficacia perché la declinazione ludica dei soggetti è pienamente aderente alla cultura di sfondo contemporanea: i rimandi a cartoni animati, giochi di società, videogiochi e pubblicità colpisce l’immaginario dello spettatore, evidenziando il rapporto di analogie che l’artista ha saputo rintracciare ed esprimere con un equilibrato mix di critica ed ironia.

Stefano Gentile Nerd Art

Come espresso nei testi di accompagnamento della mostra, “Il linguaggio è quello della generazione alla quale Gentile appartiene e alla quale in prima istanza si rivolge: videogames, cartoni animati, giochi da tavolo e slogan pubblicitari sono una grammatica universale, ed il bit il codice Morse”.

Il leitmotiv scelto dall’artista è una frase di Karl Marx effettivamente capace di sintetizzare il senso della propria mostra: La storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa.

Stefano Gentile Nerd Art2

Comments on Facebook
Roberto Semprebene
Roberto Semprebene
Appassionato di Cinema e Videogiochi, ha fatto delle sue passioni il proprio lavoro. Ci tiene tantissimo a precisare di essere nato in un giorno palindromo, cosa che probabilmente affascina e stupisce solo lui!

Comments are closed.