#RiskEverything: la #RoadtoWorldCup di Nike sui social networks

Chipotle’s Branding Movie
4 Giugno 2014
MARIO KART 7: al via le finali nazionali
5 Giugno 2014

#RiskEverything: la #RoadtoWorldCup di Nike sui social networks

I Mondiali in Brasile sono prossimi al fischio d’inizio e Lisa Hoover  McGreevy su visual.ly ci fornisce un interessante spunto di riflessione per leggere l’evento da una prospettiva di content  marketing non priva di fascino, grazie ad uno dei protagonisti indiretti di questo spettacolo: NIKE.

riskeverything

Per i 22 marchi che sponsorizzano la Coppa del Mondo le quattro settimane di durata dell’evento hanno un valore tale da portare i 6 principali fra loro – Adidas , Coca Cola , Sony , Visa , Hyundai / KIA Motors e Emirates – a sborsare ben 730 milioni di dollari l’uno per figurare come main sponsor.

Fra  gli sponsor ufficiali non c’è Nike, che ha preferito puntare su una campagna di grandissimo impatto, veicolata principalmente tramite YouTube e quindi gli altri social, in particolare Twitter, Facebook e Instagram.

Questo video è il primo di molti in questa campagna che non usa mai le parole “Coppa del Mondo”, ma bastano i protagonisti e i contesti a rendere palese il riferimento. Dal video si accede poi ad un sito dal quale gli utenti possono rilanciare i propri video sullo sport  e sulla passione che li spinge a “rischiare tutto”.

Twitter è un altro potente canale di comunicazione sfruttato da Nike col suo account @nikesoccer , dove i seguaci possono seguire l’hastag  #RiskEverything, legato ad immagini fortemente evocative del Mondiale senza essere direttamente legate ad esso.

riskeverythingtwitter

Come spesso accade nelle campagne social, Facebook fa un po’ da contenitore per i materiali lanciati dagli altri canali, sempre facendo  riferimento al Mondiale 2014 solo in  modo indiretto.

Instagram, un po’ come youtube, è sfruttato con l’intento di coinvolgere gli utenti, che possono partecipare dell’atmosfera “risk everything” postando le loro foto a tema.

Secondo le analisi di Visible Measure Visibili  “in sole due settimane il video ha collezionato oltre 8,7 milioni di visualizzazioni , e ha generato 26 emulazioni”.

Lisa Hoover  McGreevy commenta in modo condivisibile tale analisi: se l’iniziativa di Nike continuerà ad avere questo successo, gli organizzatori del Mondiale avranno difficoltà a giustificare le cifre richieste ai propri sponsor a fronte di una visibilità che la società americana ha dimostrato essere raggiungibile in altro modo.

Comments on Facebook
Roberto Semprebene
Roberto Semprebene
Appassionato di Cinema e Videogiochi, ha fatto delle sue passioni il proprio lavoro. Ci tiene tantissimo a precisare di essere nato in un giorno palindromo, cosa che probabilmente affascina e stupisce solo lui!

Comments are closed.