Saint Laurent | Recensione del film su Yves Saint Laurent da #Cannes2014

L’Oroscopo di Glo Previsioni Astrali dal 19 al 25 maggio 2014
19 Maggio 2014
Le meraviglie | Recensione del film di Alice Rohrwacher da #Cannes2014
19 Maggio 2014

Saint Laurent | Recensione del film su Yves Saint Laurent da #Cannes2014

Bertrand Bonello cerca di raccontare Saint Laurent da un’ottica non ufficiale. Ma fallisce

slgaspard

A ridosso di pochissimo tempo dall’uscita di Yves Saint Laurent, un altro biopic racconta la vita, le opere e gli amori dello stilista francese: poco creativamente, il regista Betrtrand Bonello toglie il nome e lascia solo il cognome e va in concorso a Cannes 2014. Il film si concentra sul periodo tra la fine degli anni ’60 e la metà dei ’70, quello di massimo fulgore creativo e di virulenta crisi personale, per raccontare l’amore con Pierre Bergé, i rapporti occasionali, le droghe e gli abusi, la disperazione dietro i successi.

20621255

Insomma tutto il lato scandalistico della storia di Saint Laurent nella sceneggiatura di Tomas Bidegain, che ha approfittato dal mancato via libera della maison parigina per abbondare in cliché e sensazionalismi, ai quali Bonello cerca di porre rimedio con una regia stilizzata, raffinatissima, qua e là interessante, dimenticando però di raccontare sia l’uomo Saint Laurent sia l’artista, entrambi coperti dal personaggio mediatico. Si perde però l’interesse per il soggetto in sé e Bonello dimentica, nonostante la bravura del protagonista Gaspard Ulliel, che un accessorio sfavillante non potrà mai far dimenticare un abito male imbastito.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.