La chambre bleue | Recensione del film di Mathieu Amalric da #Cannes2014

The Captive | Recensione del film con Ryan Reynolds da #Cannes2014
17 Maggio 2014
GAMESTOP lancia il primo OUTLET italiano del videogioco
19 Maggio 2014

La chambre bleue | Recensione del film di Mathieu Amalric da #Cannes2014

Amalric di nuovo regista per un raffinato giallo da Simenon, al Certain Regard di Cannes 2014

La-bande-annonce-du-jour-La-Chambre-bleue

Dopo aver vinto il premio per la migliore regia nel 2010 con Tournée, Mathieu Amalric torna a Cannes come regista con La chambre bleue, film tratto dall’omonimo romanzo di Georges Simenon, che viene presentato nella sezione “sperimentale” Un certain regard. Il film racconta l’inchiesta e il processo a due amanti, accusati di aver ucciso i rispettivi consorti per poter stare insieme. Ma i ricordi e le prove spesso non coincidono tra di loro.

644734-la_chambre_bleue_5bis

Scritto dallo stesso Amalric e prodotto da Paulo Branco, forse il più importante produttore di cinema d’autore al mondo, La chambre bleue è un piccolo (76 minuti) saggio sull’opera di Simenon, su come adattarla in modo moderno e avvincente, su come utilizzare elementi del cinema di ricerca come il montaggio anticonvenzionale, la voce fuori campo in opposizione alle immagini, la destrutturazione narrativa e temporale, per rendere contemporaneo un giallo, passionale ed erotico. Una piccola perla, in cui Amalric mostra ottimo controllo di sé, sia davanti sia dietro la macchina da presa. Certo, è un esercizio di stile, ma di bello stile.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.