Shakira ed il suo decimo album.

Storie | Recensione dell’album dei Velvet
18 Aprile 2014
Marea | Recensione dell’ep dei Koo
23 Aprile 2014

Shakira ed il suo decimo album.

shakiraShakira è abituata così. A farci ballare, a muovere i fianchi e ad entrarci nella testa con le sue canzoni. E con il suo decimo album non si smentisce. L’omonimo SHAKIRA si apre con i ritmi caraibici di Can’t Remember To Forget You, dove la cantante duetta  in un botta e risposta in salsa raggae con Rihanna.  Con un abile mossa di marketing , oltre all’aver firmato un contratto con la RCA e la Rock Nation (l’etichetta discografica del mogul della musica Jay-Z), Shakira entra sotto braccio a Rihanna dalla porta principale del mercato americano, uno dei pochi ancora non consolidati per lei (che ha venduto oltre 70 milioni di dischi nel mondo). Shakira ha sempre vantato delle tracklist eterogenee, come poche artiste viaggia tra stili e generi: con  Spotlight e Chasing Shadow ecco la Shakira più soft-rock,  con le ballad Empire (secondo singolo estratto) , Broken Record e That Way esprime i suoi sentimenti più intimi con piano e voce, con Cut Me Deep ci riporta ai ritmi stile Hips Don’t Lie.Ma al decimo album, Shakira continua a sperimentare e lo fa spingendosi forse verso ciò che più di lontano c’è dalla sua cultura e tradizione: con Medicine sperimenta la country music, guidata da Blake Shelton in una perfetta commistione di voci e chitarre.

E poi si arriva alla dichiarazione d’amore. Che non tutti si aspettavano, ma che tutti speravano di trovare. Senza mezzi termini Shakira canta il suo amore per Gerard Piquè in 23. Un numero per titolo, 23 come gli anni di Gerard quando Shakira lo conobbe e le cambio la vita. Una lettera d’amore diretta e romantica, che lascia pochi dubbi ,  “No one thought it could be true /Hey do you believe in destiny? ‘Cause I do as I did then / When you were only 23”. E chiude la canzone con chi è stato frutto del loro amore, il piccolo Milan, 14 mesi, che dice la parola “Ma” (mamma). In fine, ma che in realtà apre la versione digitale del disco, c’è la canzone Dare(La La La), una traccia pop-dance dai ritmi latini. Sull’onda di Waka Waka, tormentone dei Mondiale di Calcio del Sudafrica, questa sarà la canzone dei Mondiali di Calcio in Brasile. Registrata con l’ausilio del percussionista e cantante Carlinhos Brown, la canzone si colloca perfettamente nel caos di uno stadio, motivetto facile e coinvolgenteUn album che non delude dopo quattro anni di attesa, ma che anzi torna a casa. Dalla Shakira che si conosce, ma che cresce e che, al suo decimo album, ha scoperto l’amore vero.

 

Comments on Facebook

Comments are closed.