Intorno | Recensione del disco di Beltrami

NICCOLÒ FABI DANIELE SILVESTRI MAX GAZZE’ per la prima volta insieme. Il primo singolo “Life is sweet” arriva il 25 Aprile.
19 Marzo 2014
Per tutti | Recensione dell’album di Riccardo Sinigallia
23 Marzo 2014

Intorno | Recensione del disco di Beltrami

Il debutto dei Beltrami cerca il respiro internazionale della canzone italiana

BeltramiParlare di jazz, Elbow e Tom Waits presentandosi è sinonimo un po’ di coraggio e un po’ d’incoscienza. Forse Beltrami, gruppo che arriva con Intorno al disco di debutto, per lo meno in forma completa (il primo disco del gruppo è Scrivere storie, del 2009), hanno entrambi: 10 brani delicati, tra acustica, accenni elettrici e atmosfere da live raccolti.
Le influenze descritte, fatte le debite proporzioni, si sentono, con in più un velo ironico e un atteggiamento sornione tipico dei nuovi cantautori nostrani.

Apre il disco Solo per esser noi, accenni brit-pop che si aprono a suoni in bilico tra aggressività e intimità: è questo il filo conduttore di Intorno, la voce tonda “americana” di Giampiero Troianiello in incastri acustici che mostrano la lunga militanza live della band che sanno celare piccole e controllate esplosioni. Soft-rock, forse, via internazionale alla canzone però sembra definizione più azzeccata. Eureka, per esempio, la bluesy Prima o poi, suonata con Roberto Angelini, le atmosfere retro di Ganot e Leggeri (con deliziosi fiati d’accompagnamento), la conclusiva Tu, il mare, anche estratto video del disco, che racchiude le sue gemme migliori in Primadì, allegra pop-song corretto con lo swing, e L’essenza di me, il pezzo in cui le radici rock, nel riff, nel giro di basso, nel ritmo, si fanno più corpose.
A trovare un difetto ai Beltrami è una certa indecisione nell’amalgamare influssi e scelte musicali, come se rischiassero di elidersi l’un l’altro anziché esaltarsi. Ma intorno è senza dubbio un trampolino di partenza discreto.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.