Saving Mr. Banks di John Lee Hancock

Il Trio Medusa per la II° edizione del Drago d’Oro a Roma
5 Marzo 2014
Il Cantico di Pietra Quinta Estasi
6 Marzo 2014

Hancock racconta la genesi di Mary Poppins e il rapporto Disney – Travers

saving1Chi pensa che il corteggiamento più arduo sia quello amoroso è smentito da John Lee Hancock Walt Disney, non il noto marchio, proprio il fondatore in persona dell’impero economico americano, più fortunato ed amato al mondo, fatto di fumetti, musical e parchi divertimento. L’eterno bambino nel corpo di adulto, che amava divertirsi per primo. In “Saving Mr. Banks” ha il volto (gli occhi!) di Tom Hanks, che rivela un aspetto inedito e fascinoso del famoso film “Mary Poppins”.
La scrittrice australiana Pamela Lyndon Travers (interpretata dal premio Oscar Emma Thompson) lo fece penare per ben 20 anni prima di cedere i diritti del libro per trasferire dalle pagine alla pellicola la storia della “tata” con l’ombrello volante e la borsa con tante sorprese. Ostile ai cartoon e canti, ai pupazzi ed al cibo, la Travers si presenta dura, caparbia, cinica. Ma, la pazienza di Disney finirà per scioglierla come un cubetto di ghiaccio, a poco a poco, il film cresce nella sceneggiatura ed un pezzetto di vita della donna emerge senza termini. Un passato, bello e brutto insieme. Da un lato la madre autoritaria, dall’altra il padre sognatore e attaccato alla “bottiglia”, dal quale erediterà la fantasia, l’evasione da un mondo difficile per lei.

E’ un film del 2013 diretto da John Lee Hancock che rilassa per due ore lo spettatore. L’adulto di oggi è il bambino che ieri vide il musical, innamorandosene. E’ dunque una storia vera, con un finale semplice ma profondo.
Nel cast anche il bravissimo Paul Giamatti (l’autista), Bradley Whitford, Colin Farrell (il papà della Travers, in questo periodo al cinema pure con il fantastico Storia d’inverno). Distribuito dalla The Walt Disney Company Italia farà tornare indietro nel tempo. Come è stato possibile ricostruire così bene la storia? La scrittrice era talmente diffidente verso Disney ed i suoi collaboratori che richiese espressamente la presenza di un registratore che immortalasse le modifiche, i cambiamenti anche le sfuriate della mamma della “tata”. Dieci e lode. Non incanta con effetti speciali ma rende speciale un film che si aggiudicò cinque premi su tredici candidature agli Academy Award. Migliore attrice Julie Andrews. Le riprese del film sono state effettuate tra settembre e novembre 2012 e si sono svolte nello Stato della California, tra le città di Los Angeles, Anaheim, Ontario e Burbank.

Comments on Facebook

Comments are closed.