Una piccola impresa meridionale – Rocco Papaleo

Cani sciolti – Baltasar Kormàkur
31 Ottobre 2013
Oh Boy – Jan Ole Gerster
3 Novembre 2013

Una piccola impresa meridionale – Rocco Papaleo

Dopo il successo di Basilicata Coast to Coast, Papaleo continua a praticare un’idea di cinema antica, ariosa, molto meridionale, lasciando il sorriso sulle labbra dello spettatore.

upim3-IMG_20031-700x466Rocco Papaleo, tra cinema e teatro, musica e recitazione, sta dimostrando un suo percorso artistico sghembamente coerente. Dopo il sorprendente successo di Basilicata Coast to Coast, Una piccola impresa meridionale è il secondo film da regista di Papaleo che continua a perseguire una peculiare idea di cinema: qui racconta di un prete spretato che per evitare lo scandalo che la sua decisione può causare in paese (in Puglia, ma il film è girato in Sardegna) si trasferisce in un faro abbandonato. Qui raccoglie un po’ di umanità marginale: ex-prostitute, badanti lesbiche, mariti cornuti.
Scritto da Papaleo con Valter Lupo, Una piccola impresa meridionale è una commedia che pare uscire dal neo-realismo rosa, da quel cinema anni ’50, di cui qui si aggiornano solo le componenti sociali e i costumi, antico e arioso, per raccontare come lo sguardo degli altri sia un peso, come gli occhi e i giudizi siano il bagaglio più difficile da portare. Un film simpatico, leggero con cervello, che si sfilaccia nella sceneggiatura per voler accumulare personaggi, macchiette e risoluzioni politicamente corrette ed emblematiche, ma che sancisce il gusto di Papaleo per luoghi, facce, atmosfere e attori, tutti in formissima, a partire dalla strana coppia Scamarcio-Bobulova. Nota di merito per Erica Mou, la cui Dove cadono i fulmini è una gustosa ciliegina.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.