Orfani – I colori della fantascienza italiana

Il Cantico di Pietra Seconda articolazione
24 Ottobre 2013
Two Mothers – Anne Fontaine
27 Ottobre 2013

Orfani – I colori della fantascienza italiana

ORFANI

Orfani-1

Sergio Bonelli Editore è probabilmente IL nome di riferimento per le nuvole parlanti in Italia: le sue collane accompagnano la vita di un pubblico vasto ed eterogeneo, ormai legato a tanti personaggi, dai più noti Tex, Zagor e Dylan Dog, agli eroi di saghe più brevi e moderne, come Brad Barron o Shangai Devil.
Tutte queste serie hanno un elemento in comune: si tratta di fumetti in bianco e nero, che solo occasionalmente sono caratterizzati dall’uso di tavole colorate, generalmente con fini celebrativi.

Orfani, ideato da Roberto Recchioni ed Emiliano Mammuccari è invece un’opera pensata e realizzata integralmente a colori, per la precisione dei colori pastello e morbidi, virati, in questo primo numero, principalmente al blu e al rosso. Le scelte cromatiche e soprattutto la scelta di non ricorrere a patinature e saturazioni, rende particolare la lettura di quello che di fatto è un fumetto di fantascienza, con grandi implicazioni generazionali, o per meglio dire di formazione. Apparentemente, la nuova saga pesca a piene mani da ogni genere di riferimento fantascientifico, ma forte è soprattutto, in termini estetici, il rimando a videogiochi come Halo, dal quale sembrano essere derivate le corazze della squadra Orfani.

In un mondo post apocalittico, in cui il pianeta è stato attaccato in modo devastante da una sconosciuta civiltà aliena, un gruppo di bambini, sopravvissuti alla tragedia e rimasti orfani, viene selezionato senza tante cerimonie per diventare una nuova squadra di elite che guiderà la spedizione di vendetta umana in un mondo sconosciuto e lontano anni luce dalla Terra.
Il volume 1, “Piccoli spaventati guerrieri”, si divide in due fasi temporalmente distinte, la prima con i protagonisti da bambini, la seconda da soldati addestrati al loro sbarco sul pianeta dal quale dovrebbe essere stata attivata l’arma che ha sconvolto la Terra.
Le prospettive per una narrazione interessante, che indaghi con attenzione le psicologie e i rapporti fra i personaggi ci sono, non resta che seguirne l’evolversi nel corso dei prossimi mesi.

Orfani

Comments on Facebook
Roberto Semprebene
Roberto Semprebene
Appassionato di Cinema e Videogiochi, ha fatto delle sue passioni il proprio lavoro. Ci tiene tantissimo a precisare di essere nato in un giorno palindromo, cosa che probabilmente affascina e stupisce solo lui!

Comments are closed.