Under the Skin (Concorso) – Jonathan Glazer

The Unknown Known (Concorso) – Errol Morris
5 Settembre 2013
Run & Jump: Unconventional Love
6 Settembre 2013

Under the Skin (Concorso) – Jonathan Glazer

Glazer spoglia Scarlett per raccontare i rapporti umani: spiazzante, ma pieno di idee folgoranti.

Venezia-2013-Under-the-Skin-primo-trailer-per-il-film-con-Scarlett-JohanssonScarlett Johansson interpreta un’aliena che adesca maschi umani per permettere alla propria specie di cibarsene. Poco a poco però, il contatto con l’umanità la cambierà, la farà smarrire, la porterà irrimediabilmente a contatto con quella che si potrebbe definire la sua anima. Scritto dal regista Jonathan Glazer con Walter Campbell, a partire da Sotto la pelle di Michel FaberUnder the Skin è un dramma fantascientifico, praticamente muto, gelido e rarefatto che però ha, tra i vari pregi, quello di trovare un modo originale e coerente, “alieno”, per mettere in scena i suoi contenuti.

Il film forse tende a perdersi e a confondersi un po’ col trascorrere del tempo, ma Under the Skin è una sorpresa piena di idee folgoranti in senso visivo (la casa in cui avvengono i sacrifici è una scoperta sensoriale continua), musicale (partitura bellissima di Mica Levi) e narrativo, con la regia radicale e distante perfetta per descrivere il punto visivo spiazzante dell’aliena, per stimolare lo spettatore che riesce a entrare nel suo scostante mood, una Johansson che dona il suo corpo ma sa farlo interagire in modo notevole con gli spazi e le inquadrature. Piacerà a pochi, probabilmente, ma a Under the Skin non si può negare una voglia di stupire che manca alla maggior parte del cinema contemporaneo, specie di genere.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.