Daniel Radcliffe è Allen Ginsberg in Kill Your Darlings di John Krokidas

Miss Violence (CONCORSO) – Alexandros Avranas
1 Settembre 2013
LOCKE di Steven Knight (Fuori Concorso Venezia’70)
2 Settembre 2013

Daniel Radcliffe è Allen Ginsberg in Kill Your Darlings di John Krokidas

Kill Your Darlings

killyourdarlng

Le figure di Allen Ginsberg, Jack Kerouac , William Burroughs e delle persone che intorno a questi artisti hanno gravitato, sono riuscite a prendersi il proprio spazio nella storia della letteratura, dando sostanza e forma a quella che è stata definite “Beat Generation”.

John Krokidas porta a Venezia ’70, per le Giornate degli Autori, il suo Kill Your Darlings, in cui esplora con particolare attenzione il periodo di formazione di Allen Ginsberg, gli anni dell’università e delle notti folli passate in particolare con Lucien Carr, raccontato come ispiratore del manifesto di una nuova forma di espressione letteraria.

Come tutti i racconti ispirati a storie reali, il film di Krokidas si rivela interessante nella sua capacità di ricostruire un’epoca e le sue specificità, nonché le peculiarità di personaggi così sofisticati e fuori dagli schemi come quelli descritti.

Il meccanismo è reso efficace anche da un cast di ottimi interpreti. Fra questi il protagonista Daniel Radcliffe non è in realtà quello che maggiormente risalta, oscurato in particolare dal carisma e dai lampi di follia di un più magnetico Dane DeHaan, ottimo nel dare corpo e fisicità a Carr, mentre Michael C. Hall dimostra una volta di più di saper uscire dai panni dell’assassino Dexter senza perdere in riconoscibilità.

Intense scene di sesso, omosessuale e non, insieme ai continui riferimenti a droghe e alcool non ne fanno un film adatto ad un pubblico di minori, ma resta comunque un interessante sunto di un’epoca e di una generazione di rottura, che ha contribuito in modo determinante a cambiare il passo della letteratura internazionale, secolarizzandola oltre i limiti che si credevano stabiliti.

 

Comments on Facebook
Roberto Semprebene
Roberto Semprebene
Appassionato di Cinema e Videogiochi, ha fatto delle sue passioni il proprio lavoro. Ci tiene tantissimo a precisare di essere nato in un giorno palindromo, cosa che probabilmente affascina e stupisce solo lui!

Comments are closed.