Red 2 – Dean Parisot

L’Oroscopo di Glo Previsioni Astrali dal 5 al 18 agosto 2013
5 Agosto 2013
Pacific Rim – Guillermo Del Toro
6 Agosto 2013

Il gruppo di anziani sicari, sotto la guida di Parisot, sposa la commedia, abbassa il profilo e diminuisce la delusione.

red_2_poster_teaser1Sembrava un’idea folgorante, radunare un gruppo di attori più o meno invecchiati e noti per interpretazioni raffinate e farli diventare una squadra di sicari scatenati e pronti a tutto. Ma Red non funzionò del tutto, s’incartò e deluse gli spettatori. Nonostante tutto, il successo fu sufficiente a creare un seguito, Red 2, che mostra un cambio di regia – Dean Parisot al posto di Schwentke – e una formula più centrata verso la commedia. L’ex agente speciale CIA Frank Moses riunisce la sua improbabile squadra di agenti segreti in una ricerca a livello globale per rintracciare un congegno nucleare portatile scomparso. Per riuscire, dovranno sopravvivere ad un esercito di implacabili assassini, spietati terroristi e incontrollati ufficiali governativi, desiderosi di accaparrarsi quest’arma di ultima generazione.

Scritto dai fratelli Erich e Jon Hoeber, Red 2 segue il copione della action comedy ad alto tasso di improbabilità e ironia che per il viavai di spie e stereotipi dello spionaggio sembra la versione survoltata di Invito a cena con delitto o di cacce al tesoro stile Questo pazzo pazzo pazzo mondo. Parisot, regista prevalentemente televisivo, abbassa il profilo del progetto, punta di più sul versante commedia, con l’aggiunta di Catherine Zeta-Jones come 3° incomodo nel rapporto tra Bruce Willis e Mary-Louise Parker e le vecchie caricature inserite in un contesto contemporaneo, e diminuisce la quantità di delusione, visto che il ritmo non cala quasi mai. La sceneggiatura è molto più sempliciotta, ma il tono old style è coerente, e la finezza di 2 interpreti come Helen Mirren e Anthony Hopkins è impagabile.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.