QUINTO ARTHUR’S GUINNESS DAY

Goran Bregovic, Villa Arconati e la sua festa Gypsie
8 Luglio 2013
Management del Dolore Post-Operatorio, Four intervista la band che ha scioccato Piazza San Giovanni
11 Luglio 2013

QUINTO ARTHUR’S GUINNESS DAY

fabi

L’ARTHUR GUINNESS DAY 2013 ci ospita nella suggestiva location del “factory” in via Corelli a Milano. Luci soffuse, squisita birra e molto spazio caratterizzano questo evento gratuito e sold out – solo su invito. È una festa mondiale che unisce 55 paesi e la passione per la musica, evento ispirato appunto al fondatore del marchio GUINNESS, un esempio per tutti quelli che come lui vogliono fare qualcosa di più. Ed ecco che aprono l’evento gli ‘albedo’ gruppo emergente milanese che ha già sfornato due album: “il male” e “a casa”. Gli albedo si presentano come un gruppo rock-alternativo, che concentra i testi orecchiabili e rabbiosi sulla critica della visione di una società sbagliata: la nostra, che forse non da abbastanza spazio a questi artisti che auto producono i loro dischi intrisi di fatica e sudore. Loro stessi affermano: “gli albedo sono quattro anime che si trascinano senza aspettativa alcuna nella scena indipendente di Milano. Come altri prima di loro, si spaccano le braccia in una cantina troppo fredda d’inverno e troppo calda d’estate”, ma il motivo dell’Arthur’s day è proprio questo: un contest per far emergere qualcuno che è da tempo in aspettativa. Ambasciatore ufficiale italiano non poteva che essere Niccolò Fabi, inconfondibile stile raffinato e alternativo, anche nel vestire.

fabi1Niccolò Fabi è già stato ambasciatore di altre nobilissime cause che come questa sono volte ad aiutare in qualche modo gli altri. Niccolò suona insieme alla sua affermata band: in tutto 3 chitarre classiche, una batteria, una tastiera e una voce (quella di Niccolò), che fa sognare ascoltando le sue parole d’amore mai banali. Ad un certo punto del live spunta la tecnologia: un tablet che riproduce suoni elettronici e si accorda perfettamente con la dolcezza della canzone “io”. È evidente l’esperienza, l’affiatamento di questo gruppo ormai sulla scena da più di 10 anni, con 6 album alle spalle, sono capaci di trasmettere serenità al pubblico nonostante l’impegno dei testi, di creare un filo conduttore… ma chissà, magari finito il contest li sentiremo suonare insieme agli albedo…noi glielo auguriamo!

 Ramona Mondini

Comments on Facebook

Comments are closed.